L’università della Tuscia al servizio delle scuole: dieci lezioni su Cittadinanza e Costituzione

NewTuscia – VITERBO – Venerdì scorso si è concluso il ciclo di lezioni su “Cittadinanza e Costituzione” organizzato dal corso di laurea in Giurisprudenza dell’ateneo viterbese. L’iniziativa è stata accolta molto positivamente dalle scuole superiori. A distanza di pochi giorni, le dieci lezioni hanno attratto complessivamente più di 7000 visualizzazioni sul canale YouYube dell’Università della Tuscia, sul quale sono state trasmesse in diretta. E oltre 1500 studenti e docenti provenienti dalle scuole superiori di tutta Italia, da Palermo a Udine, hanno partecipato alla discussione con i docenti dell’ateneo viterbese che si è svolta nell’aula virtuale di Zoom al termine di ciascuna lezione. I video delle lezioni resteranno disponibili su YouTube, a beneficio degli studenti impegnati negli esami di maturità e a testimonianza del dinamismo dei giuristi dell’Ateneo viterbese, che, con la qualità delle loro ricerche, hanno assicurato l’inclusione del loro dipartimento tra i migliori 15 d’Italia nell’area giuridica per il quinquennio 2018-2022.

Le lezioni, pensate per fornire supporto alla didattica delle Scuole superiori nel difficile contesto attuale, si sono svolte con cadenza quotidiana dal 18 al 29 maggio in diretta su YouTube e sulla piattaforma Zoom, e hanno rappresentato un’occasione di riflessione sulla crisi aperta dalla pandemia di Covid-19. I docenti dell’Università della Tuscia hanno tenuto lezioni interattive, in forma di intervista e in dialogo con dottorandi e studenti dell’ateneo, discutendo dell’impatto della pandemia sulle libertà individuali, sulla giustizia, sul processo di integrazione europea e soprattutto sulla Costituzione. Il ciclo di lezioni ha così restituito a studenti e docenti delle scuole superiori un’idea di diritto come scienza sociale “calda”, in grado di dialogare con la storia e la letteratura antica, ma anche con il presente, dalla tecnologia allo sport, dall’Europa alle nuove declinazioni del diritto alla salute.