Dalla regione Lazio 1,5 milioni di euro per agriturismi e agricampeggi nell’ambito delle misure di sostegno al turismo. I parchi a casa tua ogni mercoledì

Simone  Stefanini Conti

NewTuscia – VITERBO – La  Coldiretti Lazio, la Confederazione Italiana Agricoltura  e le altre associazioni  rappresentative del mondo agricolo richiedono con forza, come del resto i settori della  la ripresa immediata dell’attività degli agriturismi mediante concessione di liquidità immediata, agevolazioni fiscali e fattore didattiche e vaucer turistici.

Coldiretti Lazio ha lanciato ormai da giorni un Sos agriturismi nel Lazio che conta circa 1280 strutture e oltre 15 mila posti letto. Il  grido di allarme di un settore fortemente penalizzato da questa emergenza sanitaria, che ne ha determinato la chiusura da marzo.

La giunta regionale ha approvato uno stanziamento di circa 1,5 milioni di euro per gli agriturismi e del Lazio che offrono il servizio di ospitalità in alloggi e per gli agricampeggi e che operano in spazi aperti.

Il provvedimento prevede un contributo massimo di 2.500 euro per le strutture attive al 31 dicembre 2019, deliberato per supportare le spese di riavvio dell’attività, di sanificazione dei locali e di attuazione delle prescrizioni igienico-sanitarie adottate per il contrasto della pandemia da Covid-19.

“È un primo passo importante – è il commento dell’Assessore regionale Enrica Onorati – che rientra nel più ampio piano di sostegno e rilancio per il settore agrituristico e delle attività multifunzionali su cui siamo al lavoro con le nostre strutture amministrative, e ringrazio le Assessore al Bilancio, Alessandra Sartore, e al Turismo, Giovanna Pugliese, per il preziosissimo lavoro svolto insieme”

Sul fronte della promozione del mondo agricolo e ambientale tra i giovani studenti e le rispettive strutture scolastiche la Regione Lazio e Arsial – Azienda Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio – coniugano due grandi progetti pensati per le scuole regionali: gli Istituti aderenti a Sapere i Sapori” sono stati infatti invitati, a titolo completamente gratuito, a partecipare alliniziativa I Parchi a casa tua”.

Promossa dall’Assessorato Agricoltura, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Ambiente e Risorse Naturali della Regione Lazio “I Parchi a casa tua” è stata ideata per rendere meno duri i giorni di isolamento degli studenti e di tutti i cittadini nelle proprie abitazioni, e per fronteggiare il contrasto da Covid-19: un programma ricchissimo di appuntamenti, pubblicato sul portale www.parchilazio.it che comprende conversazioni in diretta, suddivise in quattro focus “ambiente naturalistico”, “territorio”, “storie”, “stili di vita e sostenibilità”; incontri in diretta riservati alle scuole; lettura di favole per i più piccoli; mostre fotografiche; virtual tour nelle aree protette; ricette tipiche con i prodotti Natura in Campo e molto altro.

Ogni mercoledì alle ore 11 si tiene  una rubrica di conversazioni in diretta rivolta alle scuole primarie, secondarie di primo grado e secondarie di secondo grado. I docenti potranno aderire all’iniziativa inviando la richiesta di partecipazione ad una delle dirette: sarà comunicato il collegamento web che potranno condividere con i propri alunni.

Le scuole interessate a prenotare una conversazione in diretta possono farne richiesta alla mail: iparchiacasatua@regione.lazio.it oppure urp@arsial.it; verranno fornite tutte le indicazioni del caso.

La partecipazione, precisano gli organizzatori,  è totalmente gratuita.