Proceno, minoranza: “Consiglio comunale surreale. Maggioranza non ha risposto alle nostre osservazioni su bilancio e Tari”

NewTuscia – PROCENO – Un consiglio comunale a dir poco surreale quello che si è svolto due giorni fa a Proceno, in cui ad un tratto, nella “Sala Pezzola”, si contava la presenza di 25 persone. Evento singolare se pensiamo alla presenza nelle Chiese, consentita a 14 persone per le cerimonie funebri. E pensare che avevamo proposto al sindaco di convocare il consiglio comunale via web, come hanno fatto la maggior parte dei comuni della provincia. Non siamo a stati ascoltati, ancora dobbiamo capire il motivo, ed abbiamo chiesto quindi di utilizzare per tutti i dispositivi di sicurezza e la sanificazione della sala.
Ma il dato peggiore, purtroppo, non è questo, quanto il consiglio stesso, tenutosi in un clima molto teso, durante il quale la maggioranza ha fatto un’inspiegabile scena muta di fronte alle osservazioni della minoranza sul documento unico di programmazione ed il bilancio di previsione. Nessuno dai banchi della maggioranza ha proferito parola nell’ora e mezza di consiglio. Nessuno ha risposto alle domande di chiarimento. Per capire la situazione, basti pensare che il programma triennale delle opere pubbliche non è stato illustrato dal sindaco, bensì dal proprio dirigente, come se il programma fosse un fatto tecnico e non politico.
Durante il consiglio comunale, inoltre, abbiamo evidenziato quanto il bilancio sia costruito male e quanto il DUP sia ricco di contraddizioni: €0 sulla cultura, €0 sull’agricoltura, €0 sulla forestazione e la salvaguardia del patrimonio arboreo e 10.000 miseri euro sul turismo, per un programma che non tiene conto delle peculiarità delle nostre aziende e delle nostre strutture ricettive. La scena muta è proseguita fino alla fine quando abbiamo proposto la riduzione della Tari per le attività commerciali, le più colpite dalla crisi del coronavirus (rduzione che si può ottenere coprendo gli sgravi con altre voci di bilancio), senza ottenere nessuna risposta dal sindaco.
Questo consiglio comunale certifica il pessimo periodo, forse il più basso di sempre, della vita amministrativa del nostro Comune, ed è un vero peccato perché il nostro paese, di possibilità, ne avrebbe parecchie, specie in ambito turistico ed enogastronomico dove potremmo dire la nostra agganciandoci a modelli che, nella nostra provincia, stanno dando degli ottimi risultati.
Gruppo consiliare “Lista Civica Procenese”
Proceno