Coordinamento Provinciale ART1 Viterbo: “Un gesto fa la differenza”

NewTuscia – VITERBO – Apprendiamo e sosteniamo con lucidità e piacere la proposta del consigliere comunale di Canino Andrea Amici, vice coordinatore provinciale ART 1, nell’appello di richiesta decurtazione pari al 50% di tutti gli emolumenti che gli enti pagano come indennità di cariche, compensi che risultano onerosi, fino alla riduzione totale dei gettoni di presenza.

In questo momento di grande difficoltà crediamo sia, non solo utile, ma indispensabile un gesto di grande umanità verso quelle persone che stanno vivendo senza sostentamenti e purtroppo con poche speranze lavorative per il futuro, ai quali diamo tutta la nostra solidarietà.

L’ assenza di sostegni veri reali anche alle nostre micro imprese porterà a chiusure disastrose con eventuali licenziamenti.

Articolo 1 chiede a tutti un gesto significativo, pubblicizzare, giustamente, le richieste ai cittadini di partecipazioni personali a varie donazioni, non esime chi ci governa a dare un segnale più importante.

L’istituzione di fondi a tutela dei più deboli anche sotto forma di esenzioni pagamenti tributi locali sarebbe un atto dovuto.

Riteniamo le proposte avanzate e messe in campo per la tutela di… “dare tutto a tutti”. in un paese dove vive una grande diseguaglianza sociale e colpisce come sempre le persone più svantaggiate, se anche giuste nell’intento, la gestione caotica e mal funzionante, hanno di fatto creato più malessere e impegno senza i risultati sperati, esempio il finanziamento fino a € 10.000,00 della regione Lazio, sarebbe stato sufficiente rapportarlo con attenzione e studio al territorio provinciale.

Oggi leggevamo che ci sono grandi città che stanno studiando come poter ricominciare a vivere avendo la possibilità di spostamenti in breve tempo. noi potremmo applicarla senza nessuna difficoltà, aiutando la crescita delle nostre micro imprese investendo e rilanciando i centri storici, che il mondo ci invidia, purtroppo ancora assistiamo ad una inefficace gestione politica economica che ha messo in ginocchio una grande risorsa.

Vorremmo dedicare parole di conforto, in un paese turistico che possiede chilometri di coste meravigliose, a quelle imprese che hanno chiuso la stagione ad ottobre 2019 e che quasi sicuramente riapriranno totalmente ad aprile 2021 e a tutto l’indotto che in questo periodo avrebbe potuto lavorare ed incrementare i redditi familiari.

Vogliamo ringraziare tutte le associazioni che si stanno prodigando nell’affrontare questo momento, aiutandoci mettendo anche a rischio la propria salute, RIBADIAMO CHE VENGA ACCOLTO QUANTO DA NOI RICHIESTO AFFINCHE’ GLI ENTI DAI PICCOLI TERRITORI FINO AL GOVERNO CENTRALE DIANO UN SEGNALE VELOCE IMPORTANTE E CONCRETO.

STIAMO A CASA… MA CERCHIAMO DI STARE VICINI A TUTTI.UN GESTO FA LA DIFFERENZA.

Coordinamento Provinciale ART1 VITERBO