La Fanfara di Torre Alfina dona l’uovo di Pasqua dei Bersaglieri all’RSA San Giuseppe di Acquapendente

NewTuscia – ACQUAPENDENTE – “In questi tristi giorni ci piace segnalare una lodevole iniziativa della Fanfara di Torre Alfina: l’uovo di Pasqua dei Bersaglieri”.

A segnalare l’iniziativa il Sindaco di Acquapendente Dottor Angelo Ghinassi : la Fanfara, che nasce nei primi anni ’80 sottolinea il primo cittadino, con la collaborazione del generale Franco Stella e del bersagliere Eraldo Camilletti, vanta numerose presenze ai raduni nazionali ed anche alcune presenze nelle trasmissioni più importanti della Rai.

Dopo diverse vicissitudini è rinata nel 2009 e attualmente, guidata dal figlio Fabio con segretario Stefano Saleppico, conta 39 soci, tutti pervasi da un grande spirito di affiatamento. Da alcuni anni, in occasione delle festività pasquali, la Fanfara organizza una lotteria riservata ai bersaglieri in congedo. Quest’anno, data la particolare situazione di emergenza sanitaria che sta attraversando il nostro Paese, pur mantenendo vivo l’appuntamento, è stato deciso di distribuire i biglietti in forma gratuita. In palio un uovo di cioccolato di 5 chili, vinto dal socio Paolo Rapini il quale, con grande gesto di solidarietà, ha deciso di rimettere il premio alla Fanfara affinché fosse devoluto a scopo solidale.

L’Associazione ha cosi deciso di donare il grande uovo di Pasqua a una istituzione storica per la comunità di Acquapendente, l’Rsa San Giuseppe, struttura che opera con grande impegno nell’assistenza sanitaria agli anziani, e vede attualmente 60 ospiti e 40 operatori che quotidianamente tutelano il loro benessere psico-fisico. Tra gli ospiti si segnala anche un bersagliere con 97 primavere sulle spalle, il signor Onorio Fabbri.

Con una tempestiva e calorosa lettera, il Direttore Generale dr. Villanova e l’Amministratore Unico dr Canestri hanno espresso a nome di tutta la struttura, un profondo ringraziamento per il gesto compiuto dal socio Paolo Rapini e dalla Fanfara Bersaglieri di Torre Alfina. E’ importante evidenziare tali gesti, che dimostrano quanto in tempi difficili come quelli che stiamo attraversando, la solidarietà degli uomini che condividono gli ideali dei Bersaglieri, non viene mai meno.