L’emergenza sanitaria a Gallese. Storie di grande impegno e coesione

NewTuscia – GALLESE – Riceviamo e pubblichiamo. Gallese risponde in maniera concreta e corale alle tante e varie esigenze determinate dall’emergenza sanitaria. Numerose sono le attività che il Comune sta predisponendo per garantire l’adeguato supporto organizzativo e il necessario aiuto alla cittadinanza tutta grazie alla collaborazione di tutti. Il motto “Insieme ce la faremo” qui prende forma e sostanza.

Sin dalle prime fasi dell’emergenza è stato intensificato il rapporto con la Protezione civile che con grande spirito di collaborazione sta rendendo possibile il mantenimento di alcuni servizi essenziali: il pronto farmaco e la consegna di beni alimentari di prima necessità. L’impegno messo in campo dai volontari della Protezione civile che si stanno adoperando con estrema partecipazione si concretizza per tutti i cittadini, ma in particolare per le fasce più deboli della popolazione. Inoltre, la presenza della Croce Rossa sezione di Orte presso il Centro Operativo Comunale della Protezione civile garantisce la possibilità di intervenire in ogni evenienza sanitaria.

In questo momento nessuno è stato lasciato solo, e i servizi sociali stanno lavorando per garantire la giusta presenza e vicinanza agli utenti più fragili e ai cittadini in generale e si stanno adoperando affinché tutti possano predisporre la domanda per i buoni spesa statali.

Grazie alla preziosa collaborazione con i commercianti e i singoli cittadini, che hanno fattivamente contribuito alla raccolta di generi alimentari presso i negozi, è stato possibile rispondere nell’immediato alle esigenze di molte famiglie e a questa iniziativa ora si affianca la distribuzione dei buoni spesa con aiuti statali e regionali.

Solidarietà della cittadinanza tutta, delle aziende e delle associazioni, che si è manifestata anche per la raccolta di fondi sul Conto corrente del comune, permettendo di garantire anche il supporto economico in questa fase delicata.

I controlli giornalieri effettuati dai Carabinieri e dalla Polizia Locale sono rivolti a garantire la giusta osservazione delle norme, ma i cittadini, tranne qualche rara eccezione, rispondono con grande senso di responsabilità e concorrono a mantenere la situazione tranquilla e gestibile.

Per quanto riguarda i dispositivi di protezione individuale sono arrivate altre 2600 mascherine che saranno a breve distribuite presso la popolazione dal personale della Protezione civile, privilegiando le persone che sono più esposte e agli operatori che lavorano a contatto con il pubblico, ma a breve arriveranno altre mascherine garantendo una copertura totale della popolazione.

“Sono molto orgoglioso della mia città”- ha dichiarato il Sindaco dott. Danilo Piersanti – “Come sempre la cittadinanza ha risposto in maniera positiva ad una situazione di certo non facile da gestire. E mi riferisco a tutti: dai cittadini che rimangono a casa fino ai volontari della Protezione civile e ai servizi sociali che si impegnano quotidianamente affinché lo stare a casa non significhi reclusione ed abbandono. Ma non dimentico nemmeno le aziende, le associazioni del territorio e tutti coloro che hanno contribuito e contribuiscono alla realizzazione di tutte le attività messe in campo.”