Soccorso Alpino e Speleologico: i dati sugli interventi dello scorso anno nel Lazio

NewTuscia – ROMA – Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) del Lazio rilascia i dati statistici sugli interventi 2019 nella regione Lazio.
Lo scorso anno gli interventi di soccorso sono stati 217, 42 di questi risolti esclusivamente con delle squadre di terra gli altri 175 risolti dal tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino a bordo di un eliambulanza del 118 con in alcuni casi il supporto via terra di altri operatori del Soccorso Alpino.

Ambiente dell’intervento
Il 7% degli interventi è stato svolto in grotta, il 63% in media o alta montagna, il 30% in ambiente impervio di tipo generico.

Le principali cause degli interventi
Il 37% degli interventi sono stati causati dalla perdita di orientamento in alta o media montagna, il 12% per via di una caduta, il 10% per un malore.

Tipo di attività
Le persone soccorse erano principalmente impegnate in un’escursione (61%), in attività alpinistiche (10%), in un’arrampicata su roccia (6%) o in mountain bike (5%).

Persone soccorse
L’80% delle persone soccorse è di genere maschile, il 22% del totale ha tra i 40 e i 50 anni, nel 15% tra i 50 e i 60 anni e sempre nel 15% dei casi tra i 30 e i 40 anni. Il 5% delle persone soccorse aveva più di 80 anni. La nazionalità nella maggioranza dei casi è italiana (95%) in casi più rari francese, americana o russa.

Località degli interventi
La provincia dove il Soccorso Alpino e Speleologico è intervenuta maggiormente nel Lazio è quella di Frosinone, con il 41% degli interventi che hanno coinvolto le due stazioni ciociare di Cassino e Collepardo. A seguire la provincia di Roma con il 26%, la provincia di Rieti con il 23%, la provincia di Latina con il 7% e infine la provincia di Viterbo con il 3% degli interventi complessivi.

Il Soccorso Alpino e Speleologico del Lazio
Il servizio regionale Lazio del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico conta sei stazioni alpine (Roma e provincia, Rieti, Collepardo, Cassino, Viterbo e Latina) e una stazione speleologica regionale (Lazio). Nelle stazioni prestano servizio 197 operatori di cui 11 tecnici di elisoccorso che operano sulle eliambulanze del 118 del Servizio Sanitario Regionale.

CNSAS LAZIO