Contenimento contagi Covid19, oltre mille persone controllate dalla Polizia locale. Ecco i dati

NewTuscia – VITERBO – Misure per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica Covid-19, oltre mille le persone controllate sul territorio comunale dagli agenti della polizia locale, dal 10 marzo al 2 aprile. A comunicare i dati è il comandante del Corpo di polizia locale Mauro Vinciotti: “Sono 1006 le persone controllate. 29 i reati commessi con l’emissione di successivi cinque verbali per violazioni amministrative.
A questi dati si aggiungono i 4.860 controlli effettuati in ambito commerciale. Controlli che hanno portato all’emissione di due verbali e alla sospensione dell’attività commerciale per un’azienda”.
Prosegue incessante la quotidiana attività di controllo da parte degli agenti della polizia locale, guidati e coordinati dal comandante Vinciotti, per il rispetto delle regole di comportamento dettate dalla presidenza del consiglio dei ministri, in ambito Covid-19. “Un’attività portata avanti di concerto con le altre forze di Polizia del territorio, incentrata e concentrata particolarmente su due aspetti – ha spiegato ancora il comandante -: il rispetto dell’obbligo di chiusura da parte delle attività commerciali e la verifica delle persone trovate a circolare per strada senza motivo. Vorrei ringraziare tutti gli agenti di polizia locale per il delicato, costante ed efficiente lavoro che stanno portando avanti in questo periodo.
Gli agenti dislocati sul territorio sono le nostre sentinelle. Coloro che ci segnalano e intervengono in caso di comportamenti difformi da quanto previsto dalle misure governative per il contenimento del contagio da questo maledetto virus”. Alle parole del comandante Vinciotti si aggiunge il plauso dell’assessore alla Polizia locale Claudio Ubertini: “Il lavoro degli agenti è prezioso ogni giorno. Nel quotidiano. Sul campo o dentro un ufficio. In questo difficile periodo, però, sono certo, accanto all’aspetto professionale, entra in gioco anche il fattore “umano” e la consapevolezza dell’importanza del proprio lavoro.
Un lavoro e soprattutto un contributo importante per la tutela della salute e della sicurezza dei cittadini viterbesi”.
“Per molto tempo saremo costretti a giustificare e motivare i nostri spostamenti e a osservare le disposizioni imposte – ha aggiunto il sindaco Giovanni Maria Arena -. Mi auguro che presto questo rigido controllo non sia più necessario, e che il senso di responsabilità prevalga in tutti noi. Al momento l’unico mezzo per venirne fuori è quello di rispettare scrupolosamente tutte le regole”.