Coronavirus, Giannini (Lega): “Assessore D’Amato non alimenti il panico a Genzano”

NewTuscia – ROMA – “Sedici mesi fa, la Regione, dopo aver sperperato milioni di euro per alcuni interventi, ha disposto la chiusura dell’ospedale di Genzano in vista dell’apertura del nosocomio dei Castelli. Ieri, malgrado l’emergenza coronavirus fosse stata dichiarata da oltre cinquanta giorni, l’assessorato regionale della Sanità ha ‘riscoperto’ all’improvviso la centralità della struttura chiusa annunciando sui social l’attivazione di 40 posti letto”. Lo affermano il consigliere regionale della Lega Daniele Giannini e il coordinatore cittadino leghista, Rosario Neglia.
“Il panico e l’indignazione che ne sono seguiti – proseguono – hanno costretto la Regione a rettificare la precedente nota, precisando che al ‘De Santis’ opererà soltanto un laboratorio per i test. Si eviti a questo punto di agire in modo approssimativo gettando nell’angoscia interi territori e si torni a valutare l’ipotesi di rilanciare l’ospedale di Genzano contrastando la piaga della migrazione sanitaria”.