Il sindaco di Castiglione in Teverina Zannini: “Possibili decisioni più restrittive”

 

NewTuscia – CASTIGLIONE IN TEVERINA – “Sono giorni particolari, decisivi. Io e tutti i miei collaboratori abbiamo a cuore la salute e l’incolumità di tutti i cittadini di Castiglione e logicamente di tutto l’intero territorio nazionale. Abbiamo attivato il servizio di consegna a domicilio dei generi alimentari e medicinali con l’aiuto della Protezione Civile Comunale e di molti volontari, la sanificazione delle strade, collaboriamo con le forze dell’ordine e con la ASL un minuto sì e l’altro pure, abbiamo chiesto ai volontari della Protezione Civile di aiutarci nel far rispettare le misure igienico-sanitarie davanti ai negozi, etc etc. Stiamo attuando un’operazione di sensibilizzazione che credo piano piano la gente avrà a noia i miei post. Non mi interessa. Non escludo che, se servirà, prenderò decisioni più restrittive. Non credevo neanche io di avere tutta questa forza. Io non so se sarà sufficiente, questo nessuno me lo potrà dire, so solo che TUTTI dobbiamo avere un unico obiettivo: uscire da questo tremendo periodo. Non me ne volete se ho costantemente fatto i nomi alle forze dell’ordine di chi contravviene alle regole, ma lo sto facendo per il bene di tutti noi. Sono a conoscenza della possibilità di un altro possibile contagiato, non pensate che se non scrivo è perché non mi interesso o per qualsiasi altro motivo, anzi, sono state prese misure proprio per prevenire, ma attualmente non ci sono ufficialità a riguardo.
Stiamo vicino l’un l’altro, virtualmente, è questo quello che ci serve e non smetterò mai di scriverlo: STIAMO A CASA, USCIAMO SOLO PER LO STRETTO NECESSARIO, OSSERVIAMO LE MISURE IGIENICO-SANITARIE. Grazie”.

Così il sindaco di Castiglione in Teverina, Leonardo Zannini.