Il Mercato delle Gaite ai tempi del coronavirus

NewTuscia  BEVAGNA – Tutti a casa ma tutti attivi e pronti a ricominciare non appena possibile. Questo il messaggio che si lancia dal cuore pulsante delle Gaite, un cuore frammentato in tante case di Bevagna. Nell’attesa di riunirsi di nuovo e di tornare nei vicoli e nelle piazze per provare, organizzare, allestire, si resta in “sospensione”, in particolare per la Primavera Medievale, in questo momento dell’anno già alle porte.

“Le dure e necessarie misure per contenere questa peste moderna ci impongono lo “stand by” –  ci comunica il Podestà Claudio Cecconi – “ma pronti a ripartire con la stessa passione e lo stesso impegno, non appena ci sia consentito”.

Intanto, per non perdere l’allenamento, i nostri giovani rievocatori hanno lanciato il progetto “ildecameron2.0” a cui l’Associazione ha aderito con immenso piacere sostenendo l’idea che le Rievocazioni non si fermano, anche se le piazze frequentate non sono le bellissime piazze di pietra dell’antica Mevania, ma le moderne piazze virtuali del web. Che passi presto questa strana Primavera e torni giugno e tornino i mercanti e gli artigiani, i musici e i tavernieri, che venga annunciata  la “Pace di Fiera”. Un augurio e una promessa.