Gli effetti del coronavirus sulla serie A

NewTuscia – Quali sono le conseguenze del coronavirus sul campionato di Serie A? La stagione dello sport più famoso del mondo è al suo apice, tuttavia l’arrivo dell’epidemia dalla Cina ha cambiato le carte in tavola con conseguenti problematiche in termini di organizzazione e scontri verbali.

Infatti, non si placano le polemiche tra le società sportive e la FIGC. C’è chi chiede di giocare a porte chiuse, altri pensano di rimandare le partite a data da destinarsi. Un caso emblematico è stato l’attacco del Patron dell’Inter Steven Zhang a Dal Pino per il match tra Juventus e Inter. Zhan, sul suo profilo Instagram, ha dato del “pagliaccio” al presidente della Serie A per la decisione di giocare Juventus – Inter a porte chiuse.

Insomma, il match tra le due protagoniste del calcio italiano è ancora una volta anche fuori dal rettangolo di gioco. Non era meglio evitare sterili polemiche e instaurare un clima di collaborazione?

Le conseguenze del corona virus sulle partite di calcio italiane sono molteplici. Numerosi sono stati i rinvii e i cambi di programma, ma la situazione sembra essersi stabilizzata dopo il recente intervento del Governo italiano.

Ad esempio, le semifinali di Coppa Italia sono rimandate a data da destinarsi. I match tra Juve e Milan e tra Napoli e Inter non hanno avuto luogo a causa della presenza del virus in Italia. Per il momento vige il buonsenso e l’intenzione di proteggere la popolazione da facili contagi.

Oltre alle semifinali di Coppa Italia, anche alcuni match del campionato di Serie A sono stati rimandati. Aldilà del Derby d’Italia, le altre gare attualmente spostate sono Udinese-Fiorentina, Milan-Genoa, Parma-Spal e Sassuolo-Brescia. Anche la finale di Coppa Italia slitta al 20 maggio, ma non si giocherà all’Olimpico di Roma che probabilmente sarà sostituito da San Siro.

Niente porte chiuse, quindi, per evitare che ci sia un danno d’immagine per lo sport in Italia. Questa sembrava la scelta presa dai vertici del calcio e dello sport italiano.

Tuttavia, l’ultimo intervento del Governo ha imposto che il campionato di Serie A prosegua senza la presenza di tifosi. Dalla prossima giornata, quindi, la competizione andrà avanti “normalmente” e potremo goderci lo spettacolo della Serie A comodamente dal nostro divano di casa.

E la serie B? Anche il campionato cadetto vedrà le prossime tre giornate di campionato a porte chiuse, fino al 3 aprile. Infatti, la 28°, la 29° e la 30° gare di Serie B saranno giocate rigorosamente a porte chiuse. Una soluzione che è stata accolta con favore dalla stragrande maggioranza delle società.

Nonostante il Covid-19 le scommesse sportive non si fermano. Infatti, non tutte le competizioni sono state temporaneamente bloccate e alcune di queste si giocano a porte chiuse.

Inoltre, dal momento che la Serie A e la Serie B torneranno nel weekend, saranno disponibili tutti gli eventi ai quali siamo abituati.

 

Prove di normalità, quindi, a partire dalla prossima giornata di campionato. Con il big match tra Juve e Inter spostato all’8 marzo, quali promozioni offriranno i bookmaker ai nuovi utenti?