“M’Illumino di meno” ad Acquapendente con il presidente Anci De Caro

NewTuscia – ACQUAPENDENTE – “Non posso che accettare  la richiesta del Presidente Antonio Decaro.  D’altronde da oramai molti anni questo Ente sinergicamente con la Riserva Naturale Monte Rufeno ed il Museo Naturalistico del Fiore esprime straordinaria sensibilizzazione in merito”.

Parte con questa risposta a corrispondenza con l’Anci da parte del Sindaco Dottor Angelo Ghinassi l’evento aquesiano “M’Illumino di meno”. Che lo stesso massimo rappresentante di tutti i Sindaci italiani presenta anche nell’alto viterbese:

“Il 6 Marzo”, sottolinea De Caro, “sarà di nuovo l’occasione per dimostrare la nostra sensibilità al tema dell’ambiente e del risparmio energetico. Torna infatti “M’Illumino di meno”, la benemerita campagna del programma di Rai Radio 2 “Caterpillar”, che ha ricevuto riconoscimento da parte della Presidenza della Repubblica e i patrocini di diversi Ministeri e del Parlamento Europeo. Come sai, anche Noi Sindaci partecipiamo a questa campagna di sensibilizzazione. Siamo consapevoli, infatti, che i cambiamenti climatici, oggi al centro del dibattito mondiale, richiedono una risposta a tutti i livelli per affrontare questa vera e propria emergenza. Sono una nostra responsabilità, sia pure in una inevitabile interdipendenza con le politiche del governo nazionali e di quelli regionali, la mobilità urbana, l’efficientamento energetico degli edifci, l’uso delle fonti alternative ed il contrasto al consumo del suolo. Quest’anno, alla sedicesima Edizione di “M’Illumino di meno” Ti chiedo di aderire, spegnendo le luci dei luoghi significativi e monumenti della città o del paese che amministri, per dimostrare che ogni singolo comportamento virtuoso ha un effetto sulla cita di tutti noi. Ti chiedo anche di impegnarti a mettere a dimora, entro il 6 Marzo, un albero, segnalando l’iniziativa a : pattoperlabellezza@anci.it. Gli alberi scompongono l’anidride carbonica e producono ossigeno quindi sono lo strumento naturale per ridurre la principale causa dell’aumento dei gas serra nell’atmosfera terrestre e quindi dell’innalzamento delle temperature. Inoltre, la vegetazione filtra le sostanze inquinanti, previene l’erosione del suolo e regola le temperature. Al di là di queste funzioni indispensabili per garantire la vita all’ecosistema urbano, piantare un albero è anche un gesto simbolico, di fiducia nel futuro. Io pianterò un albero nella mia città ed auspico che lo facciano tutti i sindaci. Sarò orgoglioso di poter annunciare ottomila nuovi alberi in Italia nel giorno “M’Illumino di meno”.