«Profili di Cristiani in politica», convegno con il prof. Giovagnoli presso l’Auditorium Doebbing di Nepi

di Stefano Stefanini

NewTuscia – NEPI – Nell’ambito del Corso « Cristiani nella Storia da protagonisti »  si terrà oggi giovedì  27 febbraio alle ore 20,30 presso l’Auditorium mons. Doebbing di Nepi il settimo incontro di  approfondimento, promosso dalla Diocesi di Civita Castellana, con la relazione del prof. Agostino Giovagnoli  Direttore del Dipartimento di Scienze Storiche dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Laureato in  Filosofia presso l’Università di Roma “La Sapienza”, il prof. Agostino Giovagnoli è stato ricercatore a Bari dal 1982 e professore ordinario a Sassari sino al  1993 ed  insegna “Storia contemporanea” presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, ove è anche Direttore del Dipartimento di Scienze Storiche.

Dal 1988 è coordinatore di un Dottorato di Ricerca in Storia sociale e religiosa.

Si è principalmente occupato di storia dei rapporti tra Stato e Chiesa e dell’atteggiamento dei cattolici verso lo Stato unitario, a partire dalla ricostruzione delle trattative tra Pio IX e Cavour nel 1860-61 fino a giungere alle posizioni di Moro nella Prima Repubblica.

Ha scritto la prima storia complessiva della Democrazia Cristiana dal 1942 al 1994, privilegiando l’analisi dell’atteggiamento cattolico nei confronti dei grandi problemi internazionali. Si è anche interessato di storia delle relazioni internazionali nel XX secolo, con specifico riferimento al ruolo della S. Sede e della Chiesa cattolica, fra colonialismo e decolonizzazione.

Come sottolineato dal responsabile dell’Ufficio Comunicazioni Sociali della Diocesi di CIVITA Castellana, don Giancarlo Palazzi, in queste otto serate culturali, religiose e pastorali, si alterneranno oltre al Vescovo diocesano, Monsignor Romano Rossi, Sacerdoti e Docenti universitari, che tratteranno temi come: “I Cristiani nella storia come il sale della terra”, “Vocazione infinita e responsabilità storiche”, “Oltre l’individualismo, la sfida della cura e della responsabilità”, “Per una ecologia integrale”, “Esperienza spirituale e impegno politico dei cristiani”, “Primato del bene comune”, Profili di cristiani in politica”, “Testimonianza e/o presenza dei cristiani in politica in epoca di pluralismo e di laicità”.

Quale rapporto si può cogliere tra Chiesa e società civile in questo tempo della «globalizzazione», nellora della percezione sempre più diffusa del mondo come «villaggio globale?». Come si collocano oggi i cristiani nella società?

Alla Chiesa è chiesto di stare nel mondo, nel pieno degli impegni e delle problematiche, con umiltà e intelligenza, senza pregiudizi né atteggiamenti ideologici, e senza logiche di inimicizia, nel cercare vie di uguaglianza dei diritti e della dignità delle persone, uguaglianza economica, uguaglianza di tutti i cittadini, a qualunque fede appartengano. Sono interrogativi a cui i relatori cercano di rispondere con le loro competenze acquisite nel tempo e nella vita di cristiani,  nella loro fedeltà al Vangelo e di studiosi portando sempre un messaggio profetico, un messaggio per l’uomo.