Sgarbi apre i musei di Sutri gratuitamente

NewTuscia – SUTRI – In risposta alla chiusura forzata del mitreo e dell’anfiteatro di Sutri visitati, ogni anno, da migliaia di turisti, dovuta alla momentanea, ma regolare, assenza di personale della Soprintendenza, senza il quale, secondo la legge e secondo la convenzione in essere tra il Comune di Sutri e la Soprintendenza, alcuni beni del patrimonio cittadino non possono rimanere aperti, il sindaco Vittorio Sgarbi ha dato disposizione di aprire i due siti, cuore pulsante della città, e di renderli gratuiti per le prossime settimane, grazie a un presidio della Polizia Municipale e di volontari.

Un’iniziativa che nasce ribadendo che il Comune di Sutri non ha nessuna responsabilità sulla chiusura dei due monumenti sutrini e che è in attesa di una risposta alla lettera, inviata alcuni giorni fa, in cui si chiede alla Soprintendenza di poter mantenere aperti i siti anche in assenza del loro personale. Per la gestione del mitreo e dell’anfiteatro di Sutri, per altro, il Comune è in fase di affidamento della gara a un nuovo gestore. “Non stiamo vivendo una situazione di emergenza sanitaria, ma culturale”, commenta Vittorio Sgarbi, “La cultura è un’emergenza almeno come la salute. L’umanità che non può vedere il mitreo ne patisce un danno, per questo apro i monumenti pubblici di Sutri gratuitamente”.

Comune di Sutri