La Tuscia sta rispondendo concretamente nella lotta contro la diffusione del “coronavirus”

di Stefano Stefanini

NewTuscia – VITERBO – Anche nella Tuscia viterbese si stanno predisponendo rapidamente misure precauzionali per arginare il coronavirus: Il sindaco di Viterbo Giovanni Arena ha convocato il Comitato di rappresentanza dei sindaci Asl per mercoledì 26 febbraio, allo scopo di fare il punto della situazione.

Abbiamo riportato la notizia del Comune di Orte (ci risulta anche il comune di Bagnoregio) aperto a intensi flussi giornalieri di mobilità ferroviaria e stradale si stia mobilitando indicendo una riunione straordinaria della giunta a cui il sindaco Angelo Giuliani ha invitato anche rappresentanti di Prefettura, Asl, Croce Rossa e Protezione Civile. Nel comunicato diramato la città di Orte, nonostante al momento non ci siano situazioni preoccupanti, potrebbe essere esposta a rischio in quanto punto di passaggio per via della presenza della stazione e del casello autostradale.

Antonio Decaro, presidente dei comuni italiani dell’Anci e sindaco di Bari ha dichiarato, anche a nome dei colleghi sindaci: “In questo momento di emergenza sanitaria, è fondamentale non assumere iniziative autonome e non concordate. La situazione di emergenza va fronteggiata con comportamenti e interventi omogenei su territori di scala vasta per rendere più efficaci le misure di contenimento del virus e anche per evitare panico e allarmismo.

Anche per noi sindaci, oltre che per i governatori, vale la sollecitazione del ministro Speranza a far riferimento al coordinamento unico nazionale con le regioni che è supportato dalle competenze scientifiche necessarie”.

“I comuni italiani dell’Anci partecipano ai lavori del Comitato operativo attivato dalla Protezione civile nazionale per fronteggiare il coronavirus.

E per essere più utili e solleciti possibili, l’Anci ha attivato una mail dedicata alle segnalazioni dei sindaci, per agevolare il passaggio delle informazioni corrette tra Comuni e autorità competenti, relative alla prevenzione e agli eventuali casi di contagio.

Sempre Antonio De Caro ha informato che: “in queste ore sto sentendo personalmente i sindaci dei paesi già alle prese con la gestione dell’isolamento.

Ho detto loro che l’intera comunità degli amministratori locali gli è vicina, con la consapevolezza che questo è il momento della responsabilità e della compattezza di tutte le istituzioni”.

Per le richieste di informazioni o per segnalare quesiti è possibile scrivereinfocoronavirus@anci.it. Ricordiamo che è a disposizione il numero di pubblica utilità 1500, attivato dal ministero della Salute per rispondere alle domande dei cittadini sul nuovo Coronavirus 2019-nCoV.

Questi i link per consultare  il decreto legge sul coronavirusil pieghevole con le istruzioni del ministero della Salute e l’aggiornamento della circolare della direzione generale della prevenzione sanitaria – Ufficio malattie trasmissibili e profilassi internazionale del ministero della Salute.