Fca, Spera (Ugl): ”Riparte Torino con nuove produzioni”

NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo. “Parlare oggi di stabilimenti attivi che producono in gran parte per l’esportazione, e’ una responsabilità enorme più che mai, in un settore industriale che ne ha risentito fortemente della crisi e che, grazie alle nuove politiche d’investimento del gruppo, riparte alla grande. Un piano di investimenti di FCA per l’Italia importante, l’Ugl ne plaude già ad iniziare per il Polo produttivo di Torino dove si sviluppa ulteriormente con nuovi progetti nell’area della sostenibilità e si consolida con il raggiungimento di importanti traguardi operativi. Nel comprensorio di Mirafiori, FCA installerà Solar Power Production Units con pannelli fotovoltaici per una superficie di 150 mila metri quadrati in grado di produrre 15 MW di elettricità, contribuendo alla riduzione delle emissioni per oltre 5.000 tons di CO2 e fornendo energia sostenibile per la carica dei modelli elettrificati prodotti nel sito. Installazione di 850 colonnine di ricarica nell’intero polo di Torino”.

Lo dichiara il segretario generale dell’Ugl Metalmeccanici, Antonio Spera per il quale, “un avvio importantissimo dove condividiamo ciò che per il gruppo Fca, tutta l’Italia e’ fondamentale. Si incomincia dal sito piemontese di Mirafiori in particolare, con 750 punti di ricarica destinati ai parcheggi dipendenti. Avviata la produzione di Maserati Ghibli con motorizzazioni ibride. In questo modo si sta dando seguito agli investimenti contenuti nella presentazione del piano di investimenti FCA 2019-2021 per l’Italia il 29 novembre a Torino, che comprende tredici modelli FCA totalmente nuovi o aggiornati in modo significativo, oltre a versioni elettrificate di 12 modelli nuovi o esistenti, inclusi i prodotti Maserati, con la nuovissima versione elettrica annunciata della Fiat 500 che sarà prodotta a Mirafiori: le pre-serie della 500 BEV, destinate ai test di prodotto e processo, sono già in circolazione in vista dell’inizio della produzione nel mese di Giugno p.v..

Di notevole importanza per l’Ugl – prosegue Spera -, è l’avviata assunzione di un centinaio di profili specializzati per coprire bisogni legati al lancio dei nuovi prodotti, previste complessivamente risorse finanziarie per 5 miliardi di euro. Dopo avere presentato, in collaborazione con Terna, lo sviluppo a Mirafiori del più grande polo V2G (Vehicle-to-Grid), che ha l’obiettivo di arrivare a connettere un’intera flotta di 700 vetture elettriche (500 BEV), collegate ad una infrastruttura di ricarica bidirezionale che sarà in grado di mettere a disposizione alla rete una potenza di 25 Megawatt per servizi di bilanciamento energetico, FCA annuncia oggi altri due progetti strategici: Installazione di Solar Power Production Units a Mirafiori, con pannelli fotovoltaici installati sui tetti di diversi edifici per una superficie totale di 120.000 metri quadrati e a copertura di 1.750 parcheggi (30.000 metri quadrati), in grado di produrre 15 MW di elettricità, contribuendo alla riduzione delle emissioni per oltre 5.000 tons di CO2 e fornendo energia sostenibile per la carica dei modelli elettrificati prodotti nel sito.

Una gamma mai così completa, con motori benzina e diesel, trazione posteriore e integrale, dove Fca ha dato un peso concreto nella ricercatezza nei materiali e soluzioni tecniche d’eccellenza sfornando una gamma di automobili nuova di successo, che sicuramente di volta in volta sarà concetto di auto leader italiana per design, prestazioni, comfort, eleganza e sicurezza: una nuova storia industriale – prosegue Spera –, si vanno a ufficializzare i piani per la gamma di prodotti nuovi ed elettrificati anche a Modena, Cassino e Torino (Mirafiori e Grugliasco) che rientrano nel maxi investimento che il gruppo FCA ha deciso di destinare. È un momento strategico nel settore dell’automotive, questi progetti si aggiungono ai piani di rafforzamento previsti per le eccellenze presenti nel Polo di Torino nel settore delle tecnologie e del miglioramento continuo dei processi produttivi. Tra queste il Centro di Competenza ‘Additive manufacturing’, che, a supporto di ingegneria e progettazione, sviluppa una serie di metodiche e tecnologie di fabbricazione in cui il prodotto è realizzato con la deposizione o fusione di materiale strato dopo strato, senza la necessità di stampi o attrezzamenti intermedi, e il World Class Manufacturing Development Center con la propria Academy, che conta circa 5.000 persone formate ogni anno e 80mila ore di formazione erogata.

I nuovi progetti di sostenibilità andranno ad inserirsi velocemente nel piano investimenti di prodotto che stanno procedendo a marcia spedita e che stanno completamente cambiando il volto manifatturiero del Polo produttivo di Torino in un grande polo d’eccellenza dell’elettrificazione sia in campo nazionale che internazionale. Per questo è importante la scommessa Fca, noi saremo forti sostenitori: un tale investimento ritenendo come organizzazione sindacale di essere in linea con gli impegni assunti per gli stabilimenti e quindi a vantaggio dei lavoratori. L’Ugl – conclude il sindacalista – crede che sia un valore aggiunto per l’Italia poiché il piano và a interessare tutti i siti industriali del nostro paese dove attraverso il lancio dei nuovi prodotti e a questi innovativi progetti per l’elettrificazione, il 2020 sarà certamente un anno estremamente importante per il futuro del Gruppo”.