Aborto. Regimenti (Lega): “Puntare su prevenzione e consultori”

NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo. “L’aborto è una scelta che spetta alla donna, un suo diritto, che coinvolge comunque l’intero sistema sociale e sanitario, le sue regole, le sue opportunità. Decidere se interrompere o meno la gravidanza non è mai facile e in questa fase le donne dovrebbero essere aiutate, sostenute, con un percorso di prevenzione mirato, ad esempio attraverso un ampliamento dei servizi offerti dai consultori familiari”. Lo afferma Luisa Regimenti, eurodeputata della Lega (Identità e Democrazia), medico legale e responsabile Sanità per il partito nel Lazio, in merito all’incontro di ieri “Roma torna Capitale”, durante il quale il leader della Lega Matteo Salvini ha affrontato il tema dell’aborto.

“Ha ragione Salvini quando afferma che esiste un problema culturale – prosegue Regimenti – non si possono nascondere le difficoltà delle famiglie e di tutte quelle donne che spesso vengono lasciate sole a gestire una situazione che le segnerà per sempre. Le conseguenze di tutto ciò si riflettono inevitabilmente sul welfare sanitario, chiamando in causa problemi etici nel personale medico e infermieristico, ma anche alimentando l’illegalità e i pericoli per le donne che decidono di abortire in strutture non abilitate, tanto da mettere a serio rischio la propria incolumità”.

Secondo Regimenti “bisogna guardare con più attenzione anche alla maternità, che non deve essere intrapresa come un qualsiasi accadimento quotidiano. E’ sulla meraviglia dell’esistenza che le donne dovrebbero fermarsi a riflettere, sulla funzione unica che esse stesse ricoprono in quanto intimamente connesse alla vita”.
“La politica, quindi, farebbe bene a garantire una maggiore prevenzione, sviluppando sul territorio una rete di strutture di ascolto e di sostegno per tutte le donne” conclude.