Foibe, Giannini (Lega): Rivedere contributi alle associazioni (come l’ANPI) che negano stragi fatte dai comunisti nel dopoguerra

NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo. “È necessario rivedere i contributi alle associazioni che negano le stragi fatte dai comunisti nel dopoguerra”. È quanto dichiara Daniele Giannini, consigliere regionale della Lega in merito al convegno organizzato quest’oggi in Senato dall’ANPI sulle Foibe. “Un dibattito incentrato sul nulla senza le testimonianze dei diretti interessati, teso solo a ‘giustificare’ e a negare il comportamento degli autori di quell’eccidio che costò la vita a decine di migliaia e l’esodo di centinaia di migliaia di nostri connazionali – ha aggiunto – non merita fondi governativi pari a circa 1,8 milioni di euro l’anno.

Se lo Stato riconosce il dramma delle Foibe istituendo, seppur con colpevole ritardo storico, una giornata del ricordo fissata per il 10 febbraio, è chiaro ed evidente a tutti che non può continuare a sostenere in questa misura chi cerca di insabbiare la storia per propria convenienza e organizza pantomime come quelle andatandate in scena proprio oggi in uno dei luoghi più significativi della nostra Repubblica”.