Provincia, dal Consiglio: Approvato ordine del giorno su “Giornata internazionale della Donna”, presentato da Santini (FdI)

NewTuscia – TERNI – “L’atto presentato in Provincia segna una coerente continuità con quello presentato, sempre da me, in Consiglio comunale a Terni. In questo modo tutte le amministrazioni, ognuna nei propri ambiti e possibilità, potrà promuovere iniziative volte ad informare e sensibilizzare la popolazione sulla “Giornata internazionale della Donna”. Ad affermarlo è la consigliera provinciale di FdI, Monia Santini che ha presentato un ordine del giorno sul valore dell’8 Marzo in apertura dell’ultima seduta di Consiglio svoltasi ieri mattina durante la quale c’è stato il voto unanime sulla proposta.

L’odg prevede la costituzione di un tavolo di lavoro con la sinergia di tutte le parti politiche per far sì che le scuole superiori della città di Terni e della provincia promuovano un incontro dibattito tra alunni e insegnanti sulla Giornata Internazionale della Donna. “L’incontro – spiega la Santini – farà oculata informazione sulla genesi e il significato della Giornata Internazionale della Donna con accenni a vicende di vita personale e di sofferenza delle donne nelle nostre zone per permettere ai ragazzi di oggi di conoscere la storia a loro più vicina. La condivisione dell’atto – nota sempre la consigliera – dimostra in pieno che giornate come quella dell’8 Marzo sono un valore e un bene comune a cui ciascuno, in modo assolutamente super partes, avrebbe il dovere di dare un contributo senza strumentalizzazioni di sorta.

Un concetto che purtroppo, invece, non è passato alla presentazione di un atto simile in Consiglio comunale a Terni dove è stato volutamente frainteso e privato del reale significato con l’esito di voto negativo in blocco da parte di tutta l’opposizione”.  Su proposta del presidente, Giampiero Lattanzi, il Consiglio ha deciso di costituire un gruppo di lavoro composto da tre consiglieri per studiare un idoneo programma. Del gruppo fanno parte Monia Santini, Federico Novelli e Isabella Tedeschini.