Detenuto aggressivo, l’Unione sindacati di polizia penitenziaria dalla parte degli agenti

NewTuscia – VITERBO – Un detenuto di nazionalità tunisina particolarmente turbolento sta attirando l’attenzione dei sindacati della polizia penitenziaria: sembrerebbe che spesso si accanisca contro porte e finestre delle strutture in cui si viene a trovare. Diversi istituti hanno sperimentato la il suo comportamento aggressivo, costretti poi a metterlo in regime di isolamento.

Ieri l’ultimo episodio, mentre si trovava in infermeria si è gettato a terra per non tornare in cella e gli agenti di polizia penitenziaria sono rimasti lievemente feriti, inutile dire che sono stati costretti a riportarlo di peso in isolamento.

Un comportamento quasi giornaliero quello di recare danni e l’Unione sindacati di polizia penitenziaria non può fare altro che schierarsi dalla parte degli agenti che sono costretti a “contenere passivamente” l’uomo.