Aggressione ai sindacalisti e al giornalista: la solidarietà delle Sardine di Viterbo

loading...

NewTuscia – VITERBO – Sosteniamo la non violenza come nostro principio fondante come è nostra preoccupazione far si che ogni lavoratore possa conoscere i propri diritti. Questo accadimento ci fa tornare indietro e ci ricorda tempi bui che alcuni purtroppo rievocano sempre con più enfasi.

Viviamo attualmente in una nazione dove l’odio dilaga, dove il razzismo regna sovrano, dove senatori ex ministri si ergono a paladini della giustizia puntando il dito su semplici cittadini sulla base di meri pettegolezzi, dove lo straniero viene denigrato e lo si vorrebbe rispedito “a casa sua”; e, ciononostante, non ci si fa scrupoli a sfruttarlo per lavorare nei campo 10 ore al giorno per 2 euro l’ora.

In un paese dove è stato sdoganato il lato peggiore dell’umanità, sindacalisti che si prodigano ad informare questi lavoratori circa i loro diritti e giornalisti impegnati a riprendere il tutto per dovere di cronaca vengono verbalmente aggrediti da chi, probabilmente, nutre tutti gli interessi affinché questa situazione non arrivi alle coscienze dei cittadini.

Siamo certi che le forze dell’ordine, tra l’altro preventivamente presenti sul posto, prenderanno provvedimenti in merito in modo da garantire la giustizia, ma che soprattutto le istituzioni tutte oltre a solidarizzare con i malcapitati prendano una posizione netta con atti concreti in modo da scongiurare il ripetersi di simili accadimenti.
Le Sardine di Viterbo e della Tuscia