Rifiuti differenziati. Ronciglione, un comune virtuoso del viterbese

NewTuscia – RONCIGLIONE – Riceviamo e pubblichiamo.

Sulla base del nostro invito rivolto a soci, amici e lettori circa la campagna d’indagine per scoprire se l’operazione rifiuti differenziati nei comuni segue la regolare filiera, dalla porta a porta all’ente di trasformazione della materia seconda, le adesioni non sono mancate e molti hanno iniziato ad indagare, pertanto volta per volta daremo i risultati. Al momento abbiamo il primo risultato che, guarda caso, interessa il comune che ospita la sede legale di Accademia Kronos.

Sarebbe stato imperdonabile se proprio il comune che ospita la sede legale di Accademia Kronos non fosse stato in regola: stiamo parlando di Ronciglione in provincia di Viterbo.

La giunta di questo comune è formata principalmente da persone giovani e competenti, alcune delle quali a suo tempo sono transitate in Accademia Kronos. Ed è proprio per questa profonda sensibilità ecologista che in tutto il Lazio eccelle nella tutela dell’ambiente naturale.

Ovviamente è un comune “Riciclone” premiato da Legambiente e, sempre sui rifiuti, oltre ad aver attivato un’oasi ecologica che funziona ottimamente, ha predisposto una raccolta rifiuti differenziati “elettronica”. E’ stato anche istallato un compattatore per la plastica monouso a disposizione di tutti i cittadini che rilascia punti che consentono di scalare la quota delle periodiche bollette TARI. La giunta di Ronciglione, è stata la prima a fornire agli studenti delle scuole medie locali borracce di allumino al fine di limitare l’uso della plastica monouso. Si è anche pensato alla mobilità futura, infatti lungo il paese sono state istallate alcune colonnine ENEL per la ricarica delle auto elettriche.  Infine, a  differenza di alcuni sindaci limitrofi, l’attuale sindaco di Ronciglione, Mario Mengoni, fa una continua opera di dissuasione  sull’uso e sull’abuso di fitofarmaci nelle colture dei noccioleti, soprattutto in quelle vicine alle acque del lago di Vico.

L’altro giorno Il direttore di AK,  Ennio La Malfa, lo ha intervistato relativamente alla questione dei rifiuti differenziati per sapere dove dopo l’isola ecologica finiscono e non, come purtroppo accade in alcuni comuni, dentro la classica discarica. Le risposte sono state molto esaurienti, sono state menzionate le società che poi raccolgono e trattano i rifiuti come materia seconda. Quindi piena soddisfazione da parte di AK. L’unico invito rivolto al sindaco è comunque quello di fornire nella bolletta più informazioni per il cittadino, come ad esempio come viene trattato il rifiuto una volta uscito dall’oasi ecologica, il costo per tonnellata,  ecc.

Cos’altro dovremmo chiedere ad un sindaco per attuare una sana politica ambientale? Per questo motivo il comune Ronciglione è stato candidato per il prossimo dicembre al Campidoglio di Roma per ricevere il premio internazionale “Io Faccio La Maia Parte”.

Accademia Kronos