Virginio Casantini in gara al Campionato italiano di pasticceria Seniores al Sigep di Rimini

NewTuscia – VITERBO – Un pasticcere viterbese al Campionato italiano di pasticceria Seniores 2020 che si terrà lunedì 20 gennaio alle 18,30 al Sigep di Rimini, giunto alla sua 41esima edizione. Virginio Casantini, maestro pasticcere dell’omonima storica pasticceria viterbese socia di Confartigianato Imprese di Viterbo, si cimenterà nella categoria zucchero nel campionato dedicato ai più promettenti e talentuosi professionisti della penisola.

Il Salone internazionale gelateria, pasticceria, panificazione artigianali e caffè rappresenta l’appuntamento professionale più importante al mondo dedicato all’arte del dolce in ogni sua declinazione, e si svolgerà come di consueto a Rimini dal 18 al 22 gennaio 2020. Il Campionato italiano è “un’occasione di confronto e un’esperienza di crescita – si legge nell’area del sito del Sigep riservata al concorso -, che insieme alle grandi abilità e competenze professionali dei maestri in gara costituiscono le fondamenta di un settore forte e in sempre maggiore espansione. Un concorso fondamentale per lo svolgimento di un mestiere ai massimi livelli”. Tutti gli eventi del Sigep dedicati alla pasticceria, che si terranno all’interno della Pastry Arena del salone, saranno in chiaro in streaming sul canale esclusivo della manifestazione reso disponibile sul sito del Sigep.

“Il concorso è valevole per la selezione della Coupe du Monde de la Pâtisserie di Lione 2021 – spiega il maestro pasticcere di Confartigianato Viterbo -, i primi classificati di ogni categoria rappresenteranno l’Italia al campionato del mondo del prossimo anno. Io mi confronterò nella categoria zucchero, ma ci sono anche la categoria cioccolato e la categoria ghiaccio”. Casantini si allena da oltre sei mesi per arrivare pronto a questo prestigioso appuntamento. “Compatibilmente con il lavoro quotidiano, che sotto Natale si è ovviamente intensificato – spiega -, è da giugno scorso che mi impegno ogni giorno nelle prove per questo concorso, sapendo perfettamente che si tratta di una competizione difficile dove mi confronterò con il fior fiore dell’arte pasticcera italiana e con dei professionisti dei concorsi. Tra i miei competitor, infatti, ci sarà chi ha ottenuto importanti riconoscimenti in passato, ma anche giovani di grande prospettiva già molto noti nel settore. Il livello qualitativo è certamente altissimo”.

La gara prevede la realizzazione di una composizione artistica e una prova degustazione. “Per la composizione il tema era libero, ho pensato di ispirarmi alla natura e alle stagioni – spiega –, in particolare alla primavera. Infatti il mio lavoro si chiamerà appunto ‘Risveglio di primavera’, con applicazioni di zucchero a forma di ragno e farfalla. Per la prova degustazione, invece, realizzerò un dolce a base di cioccolato, in abbinamento con le nocciole, in omaggio alla nostra terra, e con il frutto della passione. A 44 anni ho pensato che fosse divertente rimettersi in gioco – conclude – e fare qualcosa di diverso, di nuovo. Ho scelto una competizione difficile e molto ambita, su un palcoscenico prestigioso su cui sono puntati i riflettori di tutto il settore. Sinceramente spero di divertirmi e di fare una buona riuscita per portare più in alto possibile non solo la mia personale esperienza professionale, ma anche il nome di Viterbo, della mia città”.

“In bocca al lupo al nostro Virginio – commenta Andrea De Simone, segretario provinciale di Confartigianato Imprese di Viterbo –, che anche in questa sfida di altissimo livello ha saputo cogliere lo spirito intraprendente comune ai tanti artigiani di Confartigianato, sempre pronti a mettersi in gioco per porre a confronto la propria arte e il proprio bagaglio di esperienza e tradizione con le sfide della modernità”.

Confartigianato imprese di Viterbo