“Un defibrillatore per Torre Alfina”

loading...

NewTuscia – TORRE ALFINA (ACQUAPENDENTE) – Il Comitato Pro Muovo ha presentato ufficialmente il progetto “Un defibrillatore per Torre Alfina”. “Prevede l’acquisto”, hanno sottolineato Fabrizio Massi  e Flavio Di Torre, “di un DAE completamente automatico da collocare nel centro abitato in Piazzale S.Angelo,. ove si trovano la Chiesa, la biglietteria del Bosco Monumentale del Sasseto e dove si svolge annualmente la sagra delle pappardelle al cinghiale che conta ogni anno un ampia partecipazione di visitatori. Negli ultimi anni, la Nostra Frazione ha difatti visto un forte incremento della presenza turistica (da considerarsi peraltro ragionevolmente in aumento grazie ai progetti in essere e divenire). Tali presenze, sommate a quelle della popolazione residente e a chi nella Frazione possiede una seconda casa, ha stimolato una risposta alla domanda sui tempi di intervento in caso di attacco cardiaco. Il modello di defibrillatore individuato, ha il vantaggio di operare in modalità completamente automatica adattandosi a tutte le situazioni. Gli automatismi consentono il suo utilizzo anche da parte di personale non sanitario effettuando la rilevazione e l’analisi in continuo del tracciato ECG del paziente, selezionando automaticamente l’energia da erogare autoregolandola in base all’impedenza toracica rilevata e, sempre automaticamente, effettuando la fase di carica. Una volta pronto il DAE provvede ad erogare la scarica automaticamente. La popolazione, su base volontaria, parteciperà al corso di addestramento gratuito creando in questa maniera una rete di soccorso efficace e perfettamente integrata con i servizi d’emergenza preposti, al fine di offrire la migliore terapia salvavita a chiunque venga colpito da un arresto improvviso cardiaco. Al corso saranno caldamente invitati i commercianti, le Cooperative che svolgono attività sul territorio così come i membri delle varie Associazioni e, ovviamente, gli studenti delle scuole. Con questo progetto, che si unisce virtualmente a quello già in essere nella Frazione di Trevinano ed al DAE in arrivo ad Acquapendente, intendiamo promuovere la cultura della sensibilizzazione della popolazione alle tematiche del primo soccorso ed all’uso del defibrillatore, stimolandone la proliferazione nel territorio comunale. Nella concezione di “Comune virtuoso” immaginiamo infatti il territorio di Acquapendente con diverse postazioni DAE che formeranno una vera e propria rete della sicurezza sanitaria. Rete che si amplierà mettendo a disposizione, e dando più visibilità, i DAE dei privati (farmacie, associazioni) che già ne posseggono uno. L’appuntamento è per Agosto 2020. Con la partecipazione attiva di tutta la popolazione il progetto diventerà realtà”.