Pendolari Roma Nord: Nemmeno 12 ore dopo…ecco il disastro

NewTuscia  ROMA  Riceviamo e pubblichiamo.

Proprio ieri sera abbiamo ribattuto punto su punto al comunicato Atac che ci accusava sostanzialmente di dire bugie sul servizio erogato sulla nostra ferrovia ed ecco che nemmeno 12 ore dopo succede quello che diciamo da tempo: ATAC non comunica in tempo i disagi e non attiva per tempo i servizi sostitutivi!

Stamattina infatti, dalle ore 7.30 si sono susseguite informazioni tra i pendolari circa un ipotetico guasto a un treno extraurbano. Tale guasto, poi purtroppo confermato da chi era a bordo, ha di fatto bloccato la linea per oltre un’ora.

Ebbene, in questo frangente ATAC ha sempre valutato come REGOLARE il servizio, mentre accadeva il pandemonio tra Sacrofano e Riano: treno guasto, tentativo di rimorchio fallito da parte di altro treno, passeggeri messi a rischio e ritardi mostruosi sull’intera tratta. Tutto REGOLARE, appunto, secondo Atac almeno fino alle 8.24.

Questa la storia:

WhatsApp Image 2020-01-13 at 08.24.46

Ore 8.24 del 13 gennaio 2020. Per ATAC tutto regolare a nord di roma…

Ma nel frattempo il treno spariva dall’orario senza nessuna comunicazione ufficiale:

WhatsApp Image 2020-01-13 at 08.16.55

prima il treno extraurbano c’è…

WhatsApp Image 2020-01-13 at 08.19.26

poi sparisce!

Passeggeri fatti scendere sui binari, in aperta campagna.

WhatsApp Image 2020-01-13 at 09.19.52WhatsApp Image 2020-01-13 at 09.19.41WhatsApp Image 2020-01-13 at 09.18.09

WhatsApp Image 2020-01-13 at 09.13.20

Treno successivo arrivato in soccorso del treno guasto, ma l’esito è stato negativo.

2020-01-13_095233

Finalmente, dopo oltre 1 ora ecco le comunicazioni parziali dal sito ATAC.

Tutto questo materiale come sempre e a disposizione delle autorità, alle quali faremo pervenire a breve tutto il faldone.

La Regione Lazio deve spiegare tante cose ai pendolari, ma soprattutto come intende “gestire” un anno e mezzo di servizio di questo tipo, aspettando il subentro di Cotral (se mai avverrà).

Pensiamo che sia tempo di chiamare l’Esercito ITALIANO (al quale abbiamo appena inviato PEC)  con il suo reggimento Genio Ferrovieri ad affiancare ATAC da subito per gestire quel poco di servizio rimasto.

Non stiamo scherzando, ma è una ipotesi che si DEVE percorrere: chiamate l’Esercito per venirci a salvare, come accade nelle situazioni di emergenza, e questa nostra è PIENA EMERGENZA: prendiamone TUTTI atto!

Comitato Pendolari Ferrovia Roma Nord