Botti di fine anno, Arena: “Abitudine che dovrà finire”

NewTuscia – VITERBO – Voglio iniziare quest’anno ringraziando tutte quelle persone che hanno scelto di festeggiare l’arrivo del 2020 in maniera civile.

Facendo fare il botto solo al tappo della bottiglia di spumante e non accendendo mortaretti, petardi, artifici e manufatti pirotecnici vari. Per fortuna nella nostra città non c’è stato alcun ferito, e i consueti botti di fine anno sono stati nettamente inferiori rispetto a quelli degli anni passati. Un dato che lascia ben sperare. Il Comune di Viterbo ha detto no ai botti con un’ordinanza già diversi anni fa.

Anche quest’anno ha richiamato e ricordato il contenuto di quell’importante documento a tutela della sicurezza, dell’incolumità pubblica e della vivibilità del nostro territorio. Mi auguro che questa banale e pericolosa usanza di far esplodere manufatti pirotecnici venga superata dal buonsenso e da uno spirito di rispetto e civiltà, non solo verso gli animali, ma verso le stesse persone che potrebbero riportare conseguenze. Si festeggia meglio senza botti. Ricordiamocelo per i prossimi anni.

Giovanni Maria Arena
Sindaco di Viterbo