SuperAbile e Fantappiè sbarcano in Europa

loading...

NewTuscia – VITERBO – SuperAbile e la Fantappiè sbarcano in Europa.  Al via la collaborazione tra l’istituto comprensivo della dirigente scolastica Valeria Monacelli e l’associazione del presidente Alfredo Boldorini.

Titolo del progetto comunitario sarà “The European Citizen Marathon”.

Nato da un’idea di un gruppo di insegnanti dell’istituto viterbese di dare vita ad un progetto internazionale patrocinato dall’UE, nell’ambito di ERASMUS, il progetto è volto ad offrire nuove opportunità per l’innovazione scolastica attraverso la valorizzazione delle attività sportive.

Al progetto hanno aderito altri tre paesi dell’Unione Europea: Francia, Grecia, Spagna.

Il progetto si articola in quattro incontri denominati “Olympic Games” che si terranno nei quattro paesi partecipanti ed intende dare agli studenti la possibilità di praticare sport sia individuali che di gruppo in un contesto in cui i valori portanti saranno l’inclusione, il rispetto delle regole, la capacità di cooperazione, la collaborazione nel risolvere i problemi.

Ciascun incontro avrà un tema principale su cui verranno realizzate varie attività sia di tipo prettamente sportivo che divulgativo.

La cerimonia di apertura che segnerà l’inizio del progetto si terrà a Viterbo nella settimana dal 17 al 21 febbraio 2020.

Il focus di questo incontro è “L’inclusione sociale e la disabilità” ’ argomento di grande rilevanza per l’Unione Europea come stabilito chiaramente nell’Articolo 26 della “Carta dei diritti fondamentali dell’UE” in cui si afferma che:

“L’Unione riconosce e rispetta il diritto delle persone con disabilità di beneficiare di misure intese a garantirne l’autonomia, l’inserimento sociale e professionale e la partecipazione alla vita della comunità”.

Gli studenti si confronteranno sul tema della disabilità e dello sport: nel periodo precedente la settimana degli eventi intervisteranno degli sportivi disabili dell’associazione SuperAbile Viterbo e, durante la settimana di scambio, assisteranno con i loro compagni francesi, spagnoli e greci ad una lezione “speciale” tenuta proprio dagli stessi atleti paralimpici dell’associazione viterbese.

“Siamo onorati non solo di partecipare a questo bellissimo progetto europeo – ha puntualizzato Alfredo Boldorini, presidente dell’associazione SuperAbile Viterbo – ma anche di fornire i nostri testimonial sia per l’attività relativa alle interviste che quella nelle aule. Dopo l’esperienza con gli studenti tedeschi di aprile scorso al Liceo Santa Rosa da Viterbo e la testimonianza del nostro Matteo Moroni in Norvegia, anche lui per un progetto europeo, avremo la possibilità di presentare il nostro format anche agli studenti francesi, greci e spagnoli. Ringraziamo per questa fantastica esperienza l’istituto comprensivo, la dirigente scolastica, Valeria Monacelli e tutti gli insegnanti”.