“A Natale il dono più bello è donare”: il 23 dicembre l’evento solidale di Confartigianato e Avis

NewTuscia – VITERBO – “A Natale il dono più bello è donare”: Confartigianato Imprese di Viterbo e Ancos Confartigianato per festeggiare al meglio il Natale quest’anno hanno scelto la solidarietà, organizzando per lunedì 23 dicembre una giornata di donazione del sangue in collaborazione con l’Avis comunale di Viterbo. Dalle 8 alle 11,30, infatti, l’autoemoteca dell’Avis sarà sotto il palazzo Confartigianato, in via Garbini 29/G (piazzetta adiacente al negozio Brubaker), per la raccolta. L’iniziativa è patrocinata dalla Asl di Viterbo ed è realizzata in partnership con MGM Pool, ToBe Mattioli Fitness e Pasticceria Casantini. All’evento/donazione parteciperà anche una delegazione della AS Viterbese, la prima squadra di calcio cittadina che milita in serie C e che ha aderito convintamente all’iniziativa di Confartigianato e Avis.

“Per Natale abbiamo voluto organizzare un evento che potesse contribuire a tutelare un interesse collettivo – spiega Andrea De Simone, segretario provinciale di Confartigianato Imprese di Viterbo -. Donare il sangue è un regalo, specie perché purtroppo ce n’è sempre troppo bisogno. Donare il sangue significa voler essere garanzia per la salute degli altri, perciò confidiamo nei nostri soci e negli amici affinché vengano a compiere con noi un semplice ma concreto gesto solidale. Ringrazio la Asl, la Viterbese e tutti i partner, istituzionali e privati, che ci aiutano insieme ad Ancos e Avis a realizzare il nostro Natale di solidarietà”.

Durante la mattinata di lunedì 23 dicembre ci sarà pure un momento di raccoglimento e di preghiera insieme a don Emanuele Germani, parroco della parrocchia dei Santi Valentino e Ilario e responsabile dell’ufficio stampa della Diocesi di Viterbo. Per i donatori, poi, ci saranno anche un piccolo ristoro offerto dalla Pasticceria Casantini e dei gadget messi a disposizione dalla MGM Pool e dalla palestra ToBe della famiglia Mattioli.

Ricordiamo che chi vuole effettuare una donazione di sangue deve osservare alcune accortezze:

  • tutti i donatori che devono effettuare il controllo annuale dei parametri ematochimici devono rimanere digiuni;
  • coloro che non necessitano del sopra citato esame possono assumere prima della donazione un caffè o un the con al massimo 2 biscotti o fette biscottate;
  • da evitare tassativamente, prima della donazione, l’attenzione di latte e suoi derivati;
  • il donatore deve avere un’età compresa tra i 18 e i 65 anni e un peso corporeo non inferiore a 50 kg;
  • devono essere trascorsi almeno 5 giorni dall’ultima assunzione di farmaci antinfiammatori prima di poter effettuare la donazione.

Si viene esclusi in maniera permanente dalla donazione se si è affetti da malattie autoimmuni; neoplasie o malattie maligne; diabete se insulino-dipendente; epilessia; malattie cardiovascolari; glomerulonefrite cronica e pielonefrite; malattie infettive come epatite B, epatite C, infettiva, HIV/AIDS; HTLV I7II, lebbra, babesiosi, febbre Q, sifilide, tripanosomiasi.

Il donatore è escluso temporaneamente dalla donazione se si rileva la presenza di alcune patologie o condizioni del candidato che potrebbero minare la salute del ricevente: rinvio di 5 anni (dopo la guarigione definitiva) per glomerulonefrite acuta; rinvio di 2 anni (dopo la guarigione definitiva) per tubercolosi, ostiomielite, febbre reumatica; rinvio di 6 mesi: dopo il parto, malattia di Lyme o mononucleosi (dopo la guarigione definitiva), soggiorno in zone tropicali (dopo il ritorno senza momenti febbrili), interruzione di gravidanza;  rinvio di 4 mesi: esposizione accidentale al sangue; trasfusioni di sangue o di emocomponenti, trapianto di tessuti e/o di cellule, intervento chirurgico di rilievo, contatto diretto con epatici, vaccinazione antirabbica (se dopo l’esposizione), agopuntura (se praticata da medici non autorizzati), piercing (se non praticato con strumenti sicuri), tatuaggi, rapporti occasionali a rischio di trasmissione di malattie infettive; rinvio di 4 settimane: somministrazione di vaccini costituiti da virus o batteri viventi attenuati quali BCG, antivaiolo, antipolio (orale), antimorbillo, antiparotite, antirosolia, anti febbre gialla, estrazione dentale con punti di sutura; rinvio 24 ore: cure dentarie con o senza anestesia senza punti di sutura. Durante la fase acuta di allergie stagionali e stati influenzali non si può effettuare la donazione. Al fine di proteggere i riceventi la donazione, spetta comunque al medico responsabile della selezione la decisione relativa alla durata del periodo di rinvio, qualora sussistano ulteriori ragioni per il rinvio temporaneo di un donatore.