Lo “Studio Illegale” in finale al premio “Fabrizio De Andrè 2019”

NewTuscia – VALLERANO – La giovane band di Vallerano “Studio Illegale” conquista l’ambitissima finale del premio Fabrizio de André. È il momento più atteso di un’edizione da ricordare (e da record d’iscrizioni!): il Premio De André annuncia la data della finale, i nomi dei finalisti per le categorie Musica, Poesia e Pittura e gli artisti vincitori delle targhe “Faber” e “Quelli che cantano Fabrizio”.

I 9 ragazzi della Tuscia nuovamente in una finale Internazionale, dopo i numerosi festival Italiani, la finale di Sanremo Rock&trend, la tournée Croata tornano alla ribalta con la partecipazione ad uno dei premi Più ambiti a livello Internazionale. L’inconfondibile sound in levare che fonde insieme indie-pop e sonorità reggae roots frizzanti ha contraddistinto la band dalle altre 30 proposte

“È un emozione che è difficile spiegare a parole. Quando ci è giunta la notizia alcuni di noi hanno pianto per la gioia, di fatto Faber è stato una fonte di ispirazione per tantissimi musicisti e chiaramente anche per noi. Arrivare in finale ad un premio così ambito ci porta a sognare, a sperare ed amare con dedizione e sacrificio la nostra passione. Ma soprattutto ci spinge a non mollare. La semifinale si è tenuta al Bloom Recording Studio di Guidonia ed abbiamo suonato davanti alla giuria composta da discografici, leader delle maggiori testate  giornalistiche musicali e direttori delle più grandi etichette discografiche. Non nascondiamo che eravamo un po’ agitati ma siamo arrivati lì con leggerezza, senza pensare al dopo, senza pensare a come sarebbe andata. Ci siamo goduti il momento, lo abbiamo vissuto, abbiamo dato il massimo”, dichiarano i ragazzi.

Gli “Studio Illegale” sono: Matteo Piermartini – Voce, Saverio Beccaccioli – Trombone, Niccolò Testa – Tromba, Michele Biagiotti – Tromba, Alessio Pisanu – Sax, Daniele Gregori – Chitarra Elettrica, Andrea Romoli – Basso, Niccolò Erasmi – Tastiera, Giuseppe Maria Ceccarini – Batteria.

Continuano:“È stata già una vittoria per noi essere rientrati tra i 30 semifinalisti selezionati su oltre 1190 progetti musicali. Ma esibirsi nella splendida cornice dell’auditorium parco della musica di Roma nella finale Nazionale è qualcosa che va oltre la soddisfazione, oltre il risultato. Per la prima volta possiamo dire che siamo veramente orgogliosi di noi stessi. Abbiamo vinto noi, ha vinto la musica, la nostra musica. Vada come vada per noi è già un successo”.

Il Premio Fabrizio De André, patrocinato dalla Fondazione Fabrizio De André Onlus, supportato da SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, organizzato da iCompany, con la direzione artistica di Luisa Melis, ha come scopo quello di stimolare (presso autori, compositori, interpreti ed esecutori esordienti) una creatività sperimentale, libera da tendenze legate alle mode del momento, al fine di favorire l’originalità e di ricercare e promuovere nuove forme di cantautorato, scrittura e pittura contemporanea.