Bagnoregio capofila di un progetto nel settore dell’economia circolare, al fianco di tre università e di un’importante multinazionale

loading...

Bigiotti: “Il nostro territorio ha delle carte da giocarsi anche nel settore della produzione e non solo del turismo”

NewTuscia – BAGNOREGIO – Riceviamo e pubblichiamo. Un importante progetto di respiro europeo sta muovendo i primi passi tra Bagnoregio e Perugia. A tessere la rete, che prevede il coinvolgimento di tre prestigiose realtà universitarie e un’importantissima multinazionale operante nel settore alimentare, è l’amministratore unico di Casa Civita Francesco Bigiotti.

Per conto del Comune di Bagnoregio sta portando avanti le fasi preliminari di un lavoro che punta a un significativo finanziamento e che vede Bagnoregio come capofila dell’operazione. Questa mattina Bigiotti ha avuto un primo incontro con diversi docenti e ricercatori del Dipartimento di Scienze Farmacologie dell’Università degli Studi di Perugia. Una riunione per centrare il focus dell’azione futura, che punta a sviluppare una ricerca innovativa e capace di dare vita a un’impresa che bene si colloca all’interno della contemporanea filosofia dell’economia circolare e del rispetto ambientale.

“Siamo alla fase iniziale – spiega Bigiotti – ma sono convinto che il nostro territorio può giocarsi carte importanti, non solo nell’industria dello sviluppo turistico, anche nel settore della produzione. E’ una prospettiva di ottimismo e fiducia che è bene condividere e anticipare, nei prossimi mesi forniremo ulteriori e precisi dettagli sui contorni dell’operazione”.