Inaugurato il Caffeina Christmas Village a Sutri

NewTuscia – SUTRI – “Il Natale non è soltanto religione, ma tradizione e amore per i bambini” afferma Vittorio Sgarbi all’inaugurazione del Caffeina Christmas Village. Insieme al presidente della Fondazione Carlo Rovelli, ieri nonostante il maltempo è stato tagliato il nastro con grandissima partecipazione di grandi e piccoli, abitanti di Sutri e turisti. Presente anche il maestro Gianni Mazza, Filippo Rossi e da Andrea Baffo.

Accettando la proposta di Caffeina, spiega il sindaco, perché il Natale ricco di attrazioni del calibro del villaggio del Babbo dal cappello rosso è il modo migliore per sottolineare i sentimenti che questa festa dà alle persone e che contrasta chi cerca di farci rinunciare alla nostra religione. Essere cristiani non è solo una condizione di fede religiosa, ma visione del mondo basata sull’amore per il prossimo anche se accompagnata da qualche difficoltà nell’interazione con glia altri a volte. E’ soprattutto la festa dell’innocenza dei bambini.

L’atmosfera a Sutri non potrebbe essere più lieta, sembra di stare in una grande famiglia in cui lui lo stesso Sgarbi si aggira per le attrazioni con il cappello da Babbo Natale in testa, concedendo selfie e strette di mano a quanti si avvicinavano a lui e visitando il presepe nella chiesa di san Francesco.

Tante le attrazioni firmate Caffeina: la fabbrica del cioccolato, la casa della Befana, le renne, la tana del drago, la casa degli elfi, il trenino e la ruota panoramica. Nonostante il rallentamento dei lavori a causa delle piogge e delle raffiche di vento, tutto è stato pronto in tempo ad accogliere nel migliore dei modi la grande quantità di gente accorsa.