Travolge un uomo mentre cambia una gomma, condannato a 10 mesi

NewTuscia – MONTE ROMANO – 10 mesi e venti giorni con il rito abbreviato per l’uomo che il 26 agosto dello scorso anno ha travolto mortalmente con l’auto il sessantaquattrenne Antonio Pascucci.

L’ex dipendente della Francigena si trovava all’altezza del 74,500 chilometro della Umbro-Laziale, fermo per cambiare le gomme danneggiate dopo essere passato su un pezzo di ferro, quando è stato preso in pieno da una mercedes guidata da un cinquantenne. Purtroppo in quel tratto di strada non c’era una corsia di emergenze e il triangolo posizionato correttamente per sicurezza non ha impedito l’incidente davanti agli occhi della figlia e della nipote rimaste nell’auto.

Sospensione della patente per un anno oltre alla reclusione per l’investitore, il cui avvocato ieri ha chiesto il rito abbreviato che prevede lo sconto di un terzo della pena in caso di condanna. L’accusa era di negligenza per aver mancato di accorgersi dell’auto in panne in un tratto rettilineo e pianeggiante, e non aver adottato una velocità ridotta. L’urto tra le vetture è stato leggero, ma Pascucci, da poco pensionato e padre di due figlie di 35 e 32 anni, è morto sul colpo. Inutili gli interventi del 118, sopravvenuto con l’elicottero Pegaso, e dei vigili del fuoco.

Sul posto erano presenti anche i tecnici dell’Anas, i carabinieri e la polizia stradale.