Prosegue il momento positivo della Margutta Litorale in Volley

loading...

NewTuscia – CIVITAVECHIA – Riceviamo e pubblichiamo. Sabato pomeriggio al Palasport la formazione allenata da Alessio Pignatelli ha superato per 3-2 l’Oristano nella quinta giornata del campionato di serie B2. Dopo aver vinto il primo set, Iengo e compagne hanno subìto il ritorno delle ospiti, tignose in difesa ed in grado di innervosire le padrone di casa, costringendole all’errore. Le sarde hanno prima trovato l’1-1 e poi il sorpasso per 2-1. Ma le marguttine non sono crollate, e sono tornate quelle di inizio partita anche grazie ai cambi effettuati dall’allenatore civitavecchiese, che ha mandato in campo Cammilletti e spostato da opposto Grossi al posto di Correra. A trascinare le rossoblu nel finale di quarto set è stata il capitano Elisa Iengo, devastante in attacco. È stata sempre la schiacciatrice a permettere alle civitavecchiesi di allungare anche in avvio di quinti set, con la giovanissima Anniballi che ha completato l’opera con un prolifico turno di battuta.

“Siamo contente per come è andata – spiega Iengo – anche perché ad un certo punto abbiamo rischiato di capitolare. Non abbiamo mollato, e alla fine l’abbiamo spuntata. La mia prestazione? È sempre merito della squadra, visto che la pallavolo è un gioco nel quale ogni tocco è indispensabile per il proseguimento dell’azione. Avanti così”.

Grazie al successo ottenuto sabato pomeriggio, la Margutta Litorale in Volley si è portata al sesto posto del girone H con sei punti all’attivo, considerata anche una gara in meno avendo già osservato un turno di riposo.

 

C MASCHILE

Nulla da fare per la Revolution Litorale In Volley, uscita sconfitta per 3-1 dal campo del Palianus. Eppure il match che si è giocato domenica sera era iniziato bene per i rossoblu, che si erano portati immediatamente in vantaggio per 1-0. Poi i padroni di casa hanno cambiato qualcosa, e per i ragazzi di Alessandro Sansolini la gara si è complicata improvvisamente, soprattutto in difesa. In tre set Palianus è riuscito a ribaltare completamente il risultato, senza lasciare scampo ai civitavecchiesi.

“Dispiace – spiega lo schiacciatore Patrizio Stefanini – perché avevamo iniziato la gara nel modo giusto, indovinando le rotazioni e annullando il loro giocatore di punta, ovvero l’opposto. Loro sono stati bravi a cambiare, noi non altrettanto nel modificare la nostra difesa. Per cui l’abbiamo pagata. La sconfitta in se ci può anche stare, ma potevamo prendere un punto, visto come eravamo partiti”.

Con questo ko, la Revolution Civitavecchia resta al quarto posto della classifica al quarto posto con 9 punti, tre in meno della capolista Volley Life Viterbo.