Sgarbi contro la Pittoritto: “Ipotesi di stalkeraggio sui suoi comunicati contro di me”

NewTuscia – SUTRI – In merito all’articolo dal titolo “Sutri, Candida Pittoritto (Civiltà Italiana): “Richiesta di decadenza del Consigliere Comunale On. Vittorio Sgarbi”, da voi pubblicato, si fa presente che il deputato e sindaco di Sutri, Vittorio Sgarbi, ha dato mandato al proprio avvocato di presentare una nuova denuncia contro la signora Candida Pittoritto per ripetuto e ingiustificato stalkeraggio.

“Conoscendo i motivi per cui la cacciai dal gruppo di persone che collaborava con me alla lista Rinascimento per Sutri, durante la campagna elettorale, è evidente che questo ripetuto astio nasca per questioni di rancore personale. Quella di tale Pittoritto è una mera azione di disturbo che si pone come evidente stalkeraggio, considerato il fatto che la signora non ha nulla a che vedere con Sutri, con la politica locale, non è cittadina di Sutri, non risiede a Sutri, né è parte dell’Amministrazione comunale e non si capisce, quindi, perché dovrebbe essere così intensamente interessata alla vita politica della nostra città se non per motivi di rancore personale nei miei confronti”, così commenta Vittorio Sgarbi.

“La Pittoritto si manifesta come esponente di un sedicente movimento politico, “Civiltà Italiana”, di cui non si trova traccia nel reale – oltre che un articolo in cui si dice che il movimento conterebbe 15mila iscritti – di attività, struttura, iscritti. Nemmeno un sito web. L’unica entità a corrispondere, infatti, a Civiltà Italiana è una associazione di Avezzano che non sembra avere nessuna corrispondenza con tale Pittoritto. Più chiaro di così…

Non ritengo nessuno indegno della mia ira”.
Comunicazione di Vittorio Sgarbi