Tanta paura in Ciociaria per il sisma da 4.4 gradi di magnitudo di ieri

loading...

NewTuscia – SORA – Nessun danno a cose o persone ma tanta paura. Con centinaia di persone che si sono riversate in strada. Il terremoto di magnitudo 4.4 di ieri pomeriggio alle 18.35 con epicentro al confine tra Lazio e Abruzzo, è stato sentito in modo molto evidente nell’Aquilano e nei comuni di Sora e Pescosolido, vicini al punto centrale del sisma.

Non è una zona casuale, come ormai si sa, perché l’area dove c’è stato il terremoto ieri nel tardo pomeriggio insiste su una faglia già nota che, nei secoli, è stata teatro di forti sismi: tra questi quello di Avezzano del 1915 e, sfogliando l’archivio, uno nel 1654 e un altro nel 1349. Il terremoto del 1915 provocò 30.519 morti colpendo due intere aree, quella della Marsica in Abruzzo e quella della Valle del Liri nel Lazio, con la prima scossa che toccò i 7 gradi di magnitudo.

Il sisma di ieri è stato percepito in tutta la provincia di Frosinone e dell’Aquila e, in modo minore, nella Campania del nord, Roma e nella bassa Tuscia.

Nessun danno ma tanta paura.