Tarquinia, scuolabus a pagamento

NewTuscia – TARQUINIA – Nel consiglio comunale di lunedì è stato discusso il regolamento sul trasporto scolastico. Io ho chiesto subito all’assessore Ada iacobini la disponibilità ad includere nel trasporto anche i ragazzi esclusi per le loro domande presentate dopo il 31 agosto.
L’assessore mi ha garantito che farà il possibile per agevolare questi ragazzi soprattutto quelli delle fasce piu’ deboli e fiducioso di questa promessa la ho ringraziata anticipatamente a nome delle famiglie. Più duro Invece il mio commento al pagamento dello scuolabus. La maggioranza ha portato in consiglio un regolamento che prevede il pagamento per i bambini beneficiari della scuolabus seppur legato alle fasce di reddito. Visto che stiamo parlando di bambini della scuola dell’obbligo, Io mi sono dichiarato assolutamente contrario al pagamento seppur minimo ed in forma di rimborso e ho chiesto lo scuolabus gratuito per tutti come è stato negli anni precedenti.
D’altronde un decreto legge del Consiglio dei Ministri da la possibilità ai comuni virtuosi di non far pagare i bambini. Alla mia richiesta esplicita, visto che la maggioranza non aveva pezze d’appoggio Mi hanno risposto che è solo una scelta politica far pagare lo scuolabus. Ho notato su questo punto la difficoltà della maggioranza in quanto pare che anche qualche loro consigliere non era d’accordo sul pagamento e tra consiglieri assenti e consiglieri allontanatosi momentaneamente, se non si tiene conto dei consiglieri di opposizione la maggioranza non aveva il numero legale per poter votare il regolamento. Ho notato anche con stupore che il pagamento è stato votato da tutta la maggioranza e anche dal consigliere d’opposizione di 5 stelle. Purtroppo anche stavolta pagheranno i bambini.
Alberto Riglietti, consigliere comunale Fratelli D’ITALIA