Domani all’Auditorium della Conciliazione di Roma Concerto del maestro Nicola Piovani per il “Word Polio Day”

Stefano Stefanini (*)

Evento promosso dal Distretto 2080 Roma Lazio e Sardegna Rotary Italia. Il polio virus sta per essere definitivamente sconfitto.

NewTuscia – VITERBO – Domani mercoledì 23 ottobre  all’Auditorium della Conciliazione di Roma si terrà il Concerto del maestro Nicola Piovani per il “Word Polio Day”,  promosso dal dott. Giulio Bicciolo,  governatore 2019-2020 del Distretto 2080 Roma Lazio e Sardegna Rotary Italia: un musicista e compositore  che ama e vive nella Tuscia, Premio Oscar 1999 per la Colonna sonora de “La Vita e’ Bella” di Roberto Benigni, offrirà ai presenti il suo  qualificatissimo repertorio musicale.

All’appuntamento saranno presenti le delegazioni dei novanta Club del Distretto, con la rappresentanza dei Club del nostro comprensorio come Viterbo, Sutri e Tuscia Ciminia, Bolsena e Ducato di Castro, Flaminia Romana, Sabina Tevere e Civitavecchia.

La  sconfitta del poliovirus Sono trascorsi tre anni da quando gli ufficiali sanitari hanno riscontrato l’ultimo caso di poliovirus selvaggio in Nigeria ed il Rotary ha contribuito in modo determinante a questo risultato.

 

Questa pietra miliare, raggiunta il 21 agosto 2019  significa che è possibile per l’intera Regione Africana dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) di ricevere la certificazione come libera dal poliovirus selvaggio l’anno prossimo.

Il successo della Nigeria è il risultato di diversi sforzi sostenuti, inclusi i finanziamenti nazionali e internazionali, l’impegno di migliaia di operatori sanitari, e le strategie per immunizzare bambini che in precedenza non erano stati raggiunti, a causa della mancanza di condizioni sicure negli stati occidentali del Paese.

“Il Rotary, i suoi partner della Global Polio Eradication Initiative e il governo della Nigeria hanno rafforzato le immunizzazioni e i sistemi di rilevamento della malattia”, ha dichiarato Michael K. McGovern, Presidente della Commissione Internazionale PolioPlus del Rotary, aggiungendo: “Adesso stiamo riuscendo a vaccinare più bambini che mai nei posti più difficili da raggiungere in Nigeria”.

Secondo McGovern, i soci del Rotary in Nigeria giocano un ruolo importante nel liberare il Paese da questa malattia.

 “I Rotariani sono impegnati per sensibilizzare il pubblico sull’eradicazione della polio, facendo advocacy con il governo e rispondendo ad altre basilari esigenze sanitarie, per complementare gli sforzi per l’eradicazione della polio come, ad esempio, la fornitura di acqua potabile nelle comunità vulnerabili”.

La Nigeria è l’ultimo Paese polioendemico dell’Africa. Una volta che l’Africa riceverà la certificazione come libera dal poliovirus selvaggio, cinque delle sei regioni dell’OMS saranno libere dal polio virus selvaggio. La polio continua ad essere endemica in Afghanistan e Pakistan, dove la trasmissione del virus non è mai stata interrotta.

Il dott. Tunji Funsho, presidente della Commissione Nazionale PolioPlus Rotary della Nigeria, ha riconosciuto la pietra miliare, ma avverte i soci del Rotary di non festeggiare troppo presto, ricordando le sfide per accertarsi che le immunizzazioni di routine raggiungano ogni bambino in Nigeria.

“È fondamentale assicurarci di chiudere tutte le porte per impedire al poliovirus selvaggio di rientrare nel nostro Paese” ha dichiarato Funsho, aggiungendo che, per riuscirci, il Rotary deve continuare nei suoi sforzi di advocacy, continuare a fare sensibilizzazione sullle campagne di immunizzazione e assicurare che i soci continuino a raccogliere i fondi necessari. Il Rotary ha contribuito 268 milioni alla lotta alla polio in Nigeria.

“Come prima organizzazione con il sogno di un mondo libero dalla polio, il Rotary è impegnato a mantere la promessa fatta ai bambini del mondo”, ha affermato McGovern. “I nostri progressi in Nigeria sono un grande passo verso questo obiettivo, ma dobbiamo mantenere lo slancio affinché anche il Pakistan e l’Afghanistan ottengano lo stesso livello di progressi”.

L’ invito e’ di unirsi al Rotary per la Giornata Mondiale della Polio, i che cadrà giovedì  24 ottobre, per celebrare i progressi dell’Organizzazione internazionale,  per raggiungere l’obiettivo ormai ravvicinato di un mondo libero dalla poliomielite.

i (*) Direttore Rivista “Rotarianamente2080 Distretto Roma Lazio e Sardegna Rotary Italia – Socio Rotary Club Roma Quirinale