Ottimi risultati per i runners della Scuola Sottufficiali dell’Esercito alla “Straviterbo 2019”

loading...

NewTuscia – VITERBO – Si è conclusa domenica la dodicesima edizione della “StraViterbo”, appuntamento ormai consolidato, all’insegna dello sport e della solidarietà, organizzato dalla Scuola Sottufficiali dell’Esercito in sinergia con l’”ASD Esercito – Scuola Sottufficiali”, l’UISP “sport per tutti” e con il patrocinio del Comune di Viterbo.

Oltre 500 atleti hanno preso parte alle gare in programma: la “competitiva di 10 Km”, la “non competitiva di 5 Km” e, particolarmente apprezzata dai bambini, la “MiniStraviterbo”. Sulla “competitiva di 10 Km” intensa la prestazione degli atleti che non si sono risparmiati in termini di volontà ed energie per raggiungere il traguardo. Sul podio, per gli assoluti maschili, Alessio Buraccioni (0.33.52), Pasquale De Chirico (0.33.52) e Gianluca Fanelli (0.34.18), tutti appartenenti all’ASD Scuola Sottufficiali dell’Esercito. Per gli assoluti femminili, prima classificata Silvia Nasso (0.38.04) della Tirreno Atletica, seguita da Antonella Bellitto (0.40.05) della Libertas Orvieto e da Marcella Municchi (0.40.31) della Atletica Costa d’Argento. Per la categoria militare, nel settore maschile Simone Di Muzio (0.34.51) dell’ASD Scuola Sottufficiali dell’Esercito, Roberto Taddei (0.36.55) dell’Atletica Di Marco Sport ed Elia Bufano (0.36.58) dell’ASD Scuola Sottufficiali dell’Esercito, mentre nel settore femminile Marzia Calò (0.42.18) dell’ASD Scuola Sottufficiali dell’Esercito e Federica Falco (1.01.49) della Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare.

Il Generale di Brigata Pietro Addis, Comandante della Scuola Sottufficiali dell’Esercito e runner nella “competitiva di 10 Km”, ha ribadito come lo sport e la condizione militare abbiano gli stessi valori fondanti: “proprio in manifestazioni come questa è possibile amplificare la diffusione e il consolidamento dei valori, un patrimonio che deve essere conservato e custodito gelosamente sia nel mondo militare che al di fuori di esso”. Ha, quindi, rivolto “un sentito ringraziamento a tutti coloro i quali si sono dedicati all’organizzazione e un plauso ai numerosi atleti presenti a questo evento sportivo”.

Momento particolarmente sentito la consegna del trofeo “Daniele Ferrante”, dedicato al giovane allievo maresciallo prematuramente scomparso nel 2017, che quest’anno è stato aggiudicato, in ex-aequo, ad Alessio Buraccioni e Pasquale De Chirico.

Per l’intera durata dell’evento è stato possibile visitare gli stand e assistere a una serie di attività dimostrative di alcuni assetti operativi dell’Esercito Italiano. Presenti gli info-team della Scuola Sottufficiali dell’Esercito per illustrare le varie opportunità professionali della Forza Armata, gli assetti del Gruppo Cinofilo dell’Esercito, il Sistema di Simulazione VBS (Virtual Battle Space), il sistema per l’addestramento al tiro con sagome mobili radio controllate (Training Target System) e il dispositivo itinerante “Rolfo” del Comando Aviazione dell’Esercito. Particolarmente apprezzati la serie di esercizi dimostrativi del “Metodo di Combattimento Militare” (MCM), disciplina studiata al fine di garantire al militare, completamente equipaggiato, la sopravvivenza sul campo di battaglia senza l’impiego delle armi da fuoco.

La “StraViterbo”, il cui ricavato sarà donato ad alcune Associazioni viterbesi che operano per finalità di solidarietà sociale, rientra nell’ambito della serie di eventi, quali il saluto con la sfilata per le vie del centro storico e la resa degli onori ai Caduti di Viterbo, organizzati dai Marescialli del XX corso “Certezza” nella città che li ha visti “residenti” durante il biennio di studi.

Scuola Sottufficiali dell’Esercito