Alla kermesse targata Caffeina lo stand del progetto “Cr.e.d.i.c.i” fa il pieno di visitatori

NewTuscia – CAPRAROLA – Si è conclusa con successo l’avventura del Cioccofest, la kermesse del gusto targata Caffeina che per due weekend ha animato le ex scuderie di Palazzo Farnese a Caprarola. Tantissimi i visitatori che hanno fatto tappa presso lo stand della Cooperativa Sociale Gea Onlus – Progetto “Cr.e.d.i.c.i”, accolti dai ragazzi protagonisti del progetto e dagli operatori con golosi assaggi e prodotti tipici interamente raccolti e confezionati a mano – frutto di un paziente lavoro di squadra portato avanti in questi mesi – tra cui vasetti di finocchio, sacchetti di nocciole e lavanda, bulbi di zafferano. A far visita allo stand anche il sindaco di Caprarola Eugenio Stelliferi, fin dall’inizio sostenitore dell’iniziativa.

Sono state giornate fantastiche – ha commentato Alessandra Senzacqua, responsabile dei servizi della Cooperativa Sociale Gea – durante le quali i ragazzi e gli operatori hanno avuto l’occasione di far conoscere il progetto “Cr.e.d.i.c.i ai numerosi visitatori della manifestazione, che nel Cioccofest ha visto il suo coronamento finale. Sono stati mesi intensi e colmi di attività, dai quali possiamo trarre sicuramente un bilancio positivo in termini di arricchimento e raggiungimento degli obiettivi preposti. L’autonomia lavorativa e l’inclusione sociale di persone con disabilità o in situazioni di difficoltà sono possibili, “Cr.e.d.i.c.i” ci ha dimostrato che attraverso una rete operativa ben oliata si possono raggiungere importanti traguardi, con vantaggi sia per i singoli individui che per la comunità. Ringrazio le aziende agricole che hanno preso parte al progetto, tutti gli operatori coinvolti, il Comune di Caprarola nella persona del sindaco Eugenio Stelliferi per il sostegno dimostrato fin dall’inizio e lo staff di Caffeina”.

Cr.e.d.i.ci” (CRescita Empowerment, Definizione e Implementazione delle Competenze Individuali) è stato inaugurato nel maggio 2019, con l’obiettivo di favorire l’inclusione socio-lavorativa di persone con disabilità, creando una rete con le aziende agricole del territorio. In questi mesi, i ragazzi coinvolti nel progetto sono stati inseriti in vere e proprie esperienze lavorative, attività di ortoterapia, florovivaismo e laboratori, così da promuovere la stima e la fiducia negli altri facilitando l’integrazione e la socializzazione.

Cooperativa Gea Onlus