Il Comune di Acquapendente a Rimini per presentare i suoi progetti turistici

loading...

Riceviamo e pubblichiamo

Il Comune di Acquapendente rappresentato per l’occasione da Riccardo Crisanti, ha presentato i suoi numerosi progetti a livello turistico presso l’importante TTG 2019 (Tourism Travel Experience) di Rimini. La partecipazione si allinea in piano con un progetto targato Regione Lazio che, come annunciato dal Vicepresidente della Pisana Daniele Leodori “vuole continuare a sostenere il nuovo modello di turismo che la Giunta Zingaretti ha costruito ed incluso nel nuovo Piano Strategico per lo sviluppo del settore.

Non solo per aiutare le nostre imprese a far conoscere la propria offerta turistica ma soprattutto di presentare ai mercati internazionali tutte le esperienze possibili per scoprire e vivere il Lazio attraverso scelte sostenibili e utili alle comunità ed ai territori”. Per l’occasione il Comune alto viterbese è entrato a pieno in un apposito progetto dell’’Agenzia del Turismo della Regione Lazio realizzato, con la collaborazione delle Camere di Commercio del Lazio e di AgroCamera, Un esclusivo programma di incontri con l’obiettivo di raccontare il Lazio da vivere e scoprire attraverso diverse esperienze, emozioni e avventure. Al centro dell’attenzione il paesaggio, i borghi e le tipicità enogastronomiche legate ai diversi luoghi della Regione.

Il calendario degli appuntamenti  è partito con un focus sul mare del Lazio e in particolare sui miti della riviera di Ulisse e della costa di Enea. Si è passati poi allo step  riservato alla vacanza attiva, presenta le meraviglie della Ciociaria viste dall’alto delle torri e palazzi medievali, il progetto Tuscia Experience nella Tuscia e l’Open Day nei Castelli Romani. Testimonial del turismo attivo inconsueto e alternativo è stata  una speciale simulazione all’interno del Padiglione Lazio che ha portato i visitatori a vivere l’esperienza adrenalinica del volo con la zipline più lunga al mondo di Rocca Massima, in provincia di Latina.

L’arte e natura dei Siti e delle candidature al Patrimonio Unesco del Lazio sono invece stati protagonisti con la presentazione del borgo medievale di San Pellegrino di Viterbo, la faggeta di Monte Raschio nel Parco naturale di Bracciano e Martignano, il Borgo di Civita di Bagnoregio e il Sentiero della Transumanza nelle terre di Amatrice. Il pomeriggio sarà dedicato al Natale nel Lazio tra le spettacolari luminarie di Gaeta, il presepe vivente di Greccio, quello subacqueo di Rivodutri e gli sport invernali sul Terminillo. Filo conduttore alle giornate fieristiche sarà il Lazio da gustare con l’assaggio di olio, vino e, per la prima volta, di uno dei prodotti più straordinari della regione: il gelato. Ogni giorno maestri gelatieri mostreranno al pubblico come si produce il gelato artigianale utilizzando i prodotti tipici del territorio, dal gusto al Moscato di Terracina alla granella di nocciola viterbese, dal marrone antrodocano all’amaretto di Guarcino.