Consulta del Volontariato Città di Viterbo

loading...

NewTuscia – VITERBO – Dopo circa sei mesi di attività della Consulta Comunale di Viterbo è opportuno fare un breve e sostanziale resoconto riguardante un lavoro di riattivazione delle attività dell’Esecutivo e dell’Assemblea delle Associazioni del mondo del Volontariato cittadino.

Ricordo che attualmente e sino al 2021 l’esecutivo è formato dal sottoscritto Presidente, dai colleghi consiglieri Lina Delle Monache e Valter Rinaldo Merli, dai rappresentanti delle associazioni nelle persone di Alessia Brunetti, Maria Fanti, Marta Nori, Cinzia Viglianti, Alessandro Alfonsini, Luigi Ottavio Mechelli, Raimondo Raimondi, Marco Sbocchia.

Questa nostra squadra sta lavorando in maniera organica e fattiva ad affrontare tutta una serie di tematiche organizzative, logistiche ed economiche inerenti le numerose problematiche derivanti dalla forte e fondamentale presenza ed attività in vari settori della città delle associazioni del mondo del Terzo Settore e del Volontariato in generale.

A giorni definiremo anche gli ambiti ed i settori in cui si articolerà l’Esecutivo e le competenze che ciascun componente eserciterà all’interno del medesimo.

Stiamo mettendo in fila tutta una serie di questioni amministrative grazie anche alla disponibilità del Sindaco, dell’Assessore ai Servizi Sociali, ai Dirigenti e Funzionari del medesimo assessorato.

E’ attivo quotidianamente un apposito ufficio che si interessa del Volontariato ed è una sorta di sportello unico per le associazioni, utile ad assistere le medesime nei meandri amministrativi ed al disbrigo delle pratiche inerenti le loro richieste.

Uno degli obiettivi raggiunto da pochi giorni è quello che riguarda l’aggiornamento/conferma delle Associazioni interessate a far parte dell’Assemblea della Consulta del Volontariato, a tal fine si invitano tutte le Associazioni del Terzo Settore a presentare al Protocollo Comunale, apposita domanda riempiendo lo stampato reperibile sul sito web del Comune nella pagina dedicata alla Consulta, ed anche questo è stato un risultato ottenuto dopo anni di richieste, finalmente ci sarà uno spazio accessibile dedicato al mondo del Volontariato.

Le domande pervenute entro il termine del 04/10/2019, in caso di istruttoria positiva, saranno inserite nell’elenco delle Associazioni facenti parte dell’Assemblea della Consulta, già operativa anch’essa.

Si evidenzia che l’elenco di cui sopra verrà aggiornato periodicamente e pertanto le domande che perverranno oltre il termine sopra indicato, verranno inserite entro il mese successivo alla data di presentazione.

In questi giorni è stata ripristinata la nostra pagina social su Facebook che consente di poter interagire e dialogare su temi e questioni inerenti il mondo del volontariato, senza alcuna ingerenza di natura politica.

Altra questione fondamentale è diventata la necessità di avere una sede istituzionale della Consulta, che possa accogliere e consentire lo svolgimento delle numerose e frequenti attività delle associazioni, oltre che rappresentare una sede comune e di supporto ad ogni esigenza organizzativa delle medesime.

E’ stata richiesta la Sala Gatti, ex Cinema Nazionale, locale sino ad oggi  poco utilizzato e che risponde alle esigenze, anche in materia di abbattimento delle barriere architettoniche, delle numerose associazioni accreditate alla Consulta.

La definizione di una specifica convenzione è giunta quasi a compimento ed a breve si potrà lavorare per inaugurare questo spazio attivo gestito dalle associazioni del volontariato cittadino.

A breve verrà  pubblicato il bando per i contributi alle associazioni operanti nel campo della solidarietà e del volontariato che l’amministrazione ha quantificato in euro 40.000.

Si sta lavorando con gli uffici dell’assessorato ai servizi sociali alla istituzione, anch’essa necessaria, dei tavoli tematici e daremo conto pubblico anche di questa azione amministrativa, che entra nel cuore e nella sostanza dei servizi forniti dalle associazioni in ambito, socio, sanitario ed assistenziale, e dei progetti e piani ad esse legati.

In questi mesi la Consulta ha partecipato direttamente od indirettamente ad eventi, manifestazioni, convegni sui temi della solidarietà e del volontariato attivo, si sono svolte cene di beneficenza che hanno consentito a moltissimi cittadini di poter prendere conoscenza e coscienza, dell’enorme valore civico e sociale dell’operato quotidiano delle tante associazioni e dei tantissimi  volontari impegnati in prima fila nelle varie emergenze ed a difesa e tutela dei soggetti più deboli ed ha anche consentito agli stessi cittadini di poter dare anche un loro personale e concreto contributo economico.

Viterbo è una Città solidale a tutti gli effetti e noi dell’Esecutivo , in questi pochi mesi, abbiamo  cercato di renderci disponibili ed utili alla Città ed ai cittadini.

Il Presidente

Sergio Insogna