Playoff serie A2, il Montefiascone baseball batte il forte Rimini

loading...

NewTuscia – RIMINI – Fa festa il Montefiascone baseball.

Nella durissima trasferta di Rimini il Montefiascone si è imposto per 2 partite a 1  sulla squadra di casa.

I ragazzi del presidente Mirko Marianello e del coach Salgado erano partiti per portare a casa una vittoria che voleva dire finalissima per l’accesso in serie A2 e ci sono riusciti! Dopo il  pareggio della scorsa settimana una vittoria a testa sul Diamante falisco, ieri e oggi la squadra ha dato il massimo vincendo la prima partita per 5 a 3 e perdendo la seconda in notturna per 10 a 0.

Oggi la terza partita è stata vinta dal Montefiascone per 6 a 5, un risultato che fa felice tutto l’ambiente e i tanti tifosi che da qui aspettavano buone notizie.

Mirko Marianello presidente del Montefiascone baseball: “Abbiamo giocato con il cuore e con la voglia  di regalarci il sogno della serie A, nessuno ad inizio anno ci dava favoriti,  siamo una squadra e una famiglia, lavoriamo insieme, soffriamo insieme, gioiamo insieme. Voglio abbracciare e ringraziare i giocatori, lo staff tecnico ed i tifosi che sono venuti con noi a Rimini.
La prossima settimana c’è il Firenze a casa nostra, venite a tifare per la vostra squadra!”.

“C’è grande soddisfazione – dice l’assessore Paolo Manzi -. Ieri ho seguito la squadra in trasferta a Rimini per fare sentire la vicinanza dell’amministrazione e dell’intero paese ai ragazzi. Oggi purtroppo sono dovuto rientrare per impegni istituzionali ma mi sono tenuto costantemente aggiornato con i dirigenti che mi informavano su tutto. Una volta saliti sul pullman per ritornare ho voluto fare la sorpresa di chiamarli in vivavoce e fare i complimenti da parte mia e da parte del sindaco Massimo Paolini. Si sentiva l’euforia di chi ce l’aveva messa tutta e sono orgoglioso dell’ottimo risultato che sono riusciti a ottenere. Ora bisogna farci sentire ancora più vicini alla squadra e domenica tutti i cittadini sono invitati a venire al campo per sostenere la squadra e i colori della nostra città”.