Christmas Village, ora Filippo Rossi se la prende con Mammo Rappo: “Per una grande Viterbo all’insegna della buona musica!”

Gaetano Alaimo

NewTuscia – VITERBO – “Che dire, vi lascio nelle mani di Mammo Rappo. Per una grande Viterbo all’insegna della buona musica!“. Ipse dixit Filippo Rossi. Reo Mammo Rappo, al secolo Massimiliano Urbani, di avere espresso il suo pensiero sulla fine dell’esperienza del Christmas Village dopo le note vicende di questi giorni.

Senza Christmas Village c’avemo campato na vita….!!“, questa la presunta frase contestata a Mammo Rappo, portavoce della viterbesità con le sue canzoni ritmiche in dialetto viterbese doc.

Dall’evento Christmas Village, di per sé molto bello e coinvolgente, si è passati prima allo scontro tra la Fantaworld e la Fondazione Caffeina per la volontà della prima di organizzare direttamente la kermesse natalizia, quindi agli attacchi di Filippo Rossi al sindaco Giovanni Arena per la scelta di andare a bando pubblico sull’evento natalizio, ora alle critiche di chi, in qualche modo, non fa una tragedia se il Christmas village salta o viene organizzato da altri.

Filippo Rossi, che sta ormai a un passo dal trasloco del Christamas Village a Sutri alla corte di un certo Vittorio Sgarbi, evidentemente non ci sta ai post d’opinione e nientemeno alle critiche. Mammo Rappo ha espresso semplicemente un parere personale, alla sua maniera, in dialetto viterbese. Rimane un cantante e lo sanno tutti. Rossi gli risponde ironicamente che ci penserà Mammo Rappo ad organizzare un festival “all’insegna della buona musica”…

C’è poco da commentare. La fine del Christmas Village a Viterbo, almeno quello made in Filippo Rossi, sta portando strascichi davvero impensabili fino a poco tempo fa.

L’attacco a Mammo Rappo, rapper dialettale, che ha semplicemente espresso un parere personale, ne è la prova. Per Rossi finisce con lancio di stracci al sindaco Arena e a singoli opinion leader viterbesi come Mammo Rappo. Per dirla proprio alla Mammo Rappo, “Ha capito comeee?”…