“Lungo la strada un cammino”: dentro un componimento dedicato a Tarquinia

NewTuscia – TARQUINIA – Uscito da pochissimi giorni Lungo la strada un cammino, il nuovo libro del poeta marchigiano Fabio Strinati, pubblicato con Transeuropa Edizioni. Si tratta di un’opera colta, matura, un diario di bordo pregno di esperienze visive ed interiori che lo scrittore e poeta di Esanatoglia (attraverso un viaggio che sembra non avere fine né ritorno), scrive quasi di getto durante i suoi numerosi viaggi che sembrano narrare storie vissute, consumate, prese per mano in un’epoca che tanto assomiglia a una dimensione lontana e assai distante dal pensiero comune.

All’interno della raccolta, anche un componimento poetico dedicato al comune di Tarquinia.

 

 

TARQUINIA (dal treno e una foto)

Ti vidi così fine che come un cimelio

e dal volto aprìco,

sul verde che tutt’intorno

ti avvolgeva di lana il cuore,

nel mezzo d’un cielo tinto d’azzurro

Tarquinia che dal marino treno

m’hai alsciato mimica di te

e una cartolina etrusca stampata

nel ricordo, giovanile e curata

nel pensiero d’esser diva, venere ed eterna!

Ti vidi, come arnia

su quel colle aperto

che nel vento sfocia, o come fiore

che s’attornia d’ape sua regina

e di lustro rara preziosa melodia,

su di te ho posato di soppiatto

gli occhi innamorati

durante un viaggio verso l’infinito,

che tutt’oggi ancora m’accompagna!

 

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21