Fagiolata sotto la Macchina di Santa Rosa: tutti d’un sentimento anche a tavola

loading...

NewTuscia – VITERBO – Una fagiolata di comunità per ringraziare i viterbesi della vicinanza al quinto Trasporto della Macchina di Santa Rosa “Gloria” di Raffaele Ascenzi. Ieri sera gli oltre due quintali di fagioli hanno visto una cena collettiva sotto Gloria alla presenza del sindaco Giovanni Arena, del presidente del Sodalizio Facchini di Santa Rosa Massimo Mecarini, del Capofacchino Sandro Rossi e del direttore dell’Ater Ivan Grazini. Ovviamente non potevano mancare l’ideatore di Gloria Ascenzi e il costruttore Vincenzo Fiorillo.

Tanti i viterbesi che non sono voluti mancare per tornare vicini alla loro santa. Un clima di festa in cui tutti hanno partecipato in un clima cordiale e disteso.

I ragazzi, soprattutto, hanno rallegrato una serata che si è celebrata a tutto tondo. Il costruttore Fiorillo e tutti i protagonisti del trasporto hanno partecipato attivamente per distribuire, insieme ai volontari, le centinaia di pasta e fagioli alla gente. Tanti quelli che hanno fatto la spola tra i fagioli e la Macchina, tra scatti fotografici, la vicinanza alla base di Gloria e domanda sul suo futuro.

Almeno per il 2020 Gloria tornerà con la proroga di un anno, come ci ha detto, durante il Trasporto, direttamente il sindaco Arena. C’è poi chi, come Lorenzo Celestini, che vorrebbe anche più di un anno di proroga.

Intanto si è celebrato il quinto trionfale anno di Gloria e, la pasta e fagioli, ha rappresentato la conclusione di un 3 Settembre perfetto con la gente sempre protagonista. Anche per una degustazione di massa sotto la Macchina.

F.S.