Cittadinanzattiva Lazio su CUP regionale: servizio inaccessibile. Regione trovi soluzione

loading...

Riceviamo e pubblichiamo

“Chiamare al Cup Lazio e sentirsi dire che ci sono oltre 250 utenti in attesa di una risposta, e poi la linea che cade continuamente. È questa la situazione, non più accettabile, di inaccessibilità al servizio di prenotazione delle prestazioni sanitarie, che abbiamo iniziato a monitorare tramite le segnalazioni che giungono alle nostre sezioni del Tribunale per i diritti del malato”, queste le dichiarazioni del segretario regionale di Cittadinanzattiva Lazio, Elio Rosati.

“Dalla metà di agosto a oggi abbiamo ricevuto centinaia le segnalazioni da parte di cittadini del Lazio in difficoltà per prenotare esami, visite e/o disdire appuntamenti. Abbiamo contattato la Regione che ci ha risposto dicendo che esistono problemi di natura tecnica che stanno cercando di risolvere con il gestore del servizio. Ma la situazione non è più sostenibile.

Chiediamo pertanto alla Regione di mettere in campo tutti gli strumenti utili a portare a soluzione quanto segnalato. Siamo coscienti che il cambio di gestore e l’introduzione di nuove tecnologie possa comportare problemi di avvio della macchina organizzativa, ma siamo ormai in una situazione oggettivamente difficile il cui peso ricade sui cittadini.

Per questo motivo abbiamo messo a punto un modulo per la raccolta analitica delle segnalazioni da presentare, insieme a quelle raccolte dalle nostre sedi territoriali alla Regione Lazio al fine di contribuire al miglioramento del servizio.

Chiediamo prioritariamente però che il servizio possa essere accessibile n tempi rapidissimi. Auspichiamo, con lo spirito di collaborazione che ci ha sempre contraddistinto, che la Regione sappia cogliere tale azione come momento di crescita e di miglioramento di un servizio essenziale per l’accesso alle prestazioni sanitarie”.

La scheda per segnalare i disservizi è scaricabile al seguente link o sulla Pagina Facebook di Cittadinanzattiva Lazio.