Capelli biondi: le tendenze del momento per chi li ha naturali o tinti

loading...

NewTuscia – Il biondo è un colore che piace soprattutto perchè permette di giocare facilmente con toni, schiariture ed effetti di varie gradazioni. Con tutte le tecniche di colorazione degli ultimi anni, dallo shatush al balayage, si può ottenere un effetto naturale mantenendo anche la base castana. Si addice a tagli sia lunghi che corti e non passa mai di moda! Inoltre, quando compaiono i primi capelli bianchi, è spesso la tonalità più amata essendo semplice da mantenere rispetto alle tonalità più scure.

Ultimamente, le nuove tendenze puntano a rivoluzionare il biondo “classico” per creare nuove nuance che impazzano principalmente tra le nuove generazioni. Che tu sia bionda naturale o che i tuoi capelli siano decolorati, ecco le nuove tonalità e i tipi di biondo adatti per chiunque:

  • Biondo platino: l’evergreen per eccellenza che trova la sua icona suprema in Marylin Monroe è stato rilanciato nel 2018 da Kim Kardashian ed è ancora molto in voga. Permette di creare numerose tonalità, dal biondo chiarissimo al biondo ghiaccio, silver o addirittura bianco;
  • Biondo classico luminoso: tonalità classica ricca di toni chiari per un effetto naturale. Si tende a non renderlo monocromatico, aggiungendo sfumature che illuminano il viso;
  • Blonde balayage: per una capigliatura lucida, luminosa e quasi naturale attraverso l’utilizzo di due punti di biondo: oro e ambra, che si alternano maestosamente grazie alla tecnica di colorazione;
  • Biondo grano o biondo miele: sono due tonalità di biondo che tendono al “caldo” e sono molto di moda negli ultimi anni, dato che si sposano con più carnagione e conferiscono un tocco elegante e raffinato;
  • Biondo toasted coconut: significa letteralmente “biondo cocco tostato” ed è una combinazione di caldo e freddo che spopola ormai da parecchio su Instagram. Si tratta di una delle colorazioni più recenti che si sposa perfettamente con una base scura;
  • Biondo cenere chiaro e scuro: in passato era molto utilizzato per coprire i capelli bianchi, oggi è stato totalmente rivisitato ed è adatto per chi ha una carnagione e degli occhi chiari. Può essere utilizzato come base per un balayage;
  • Nuovo biondo chiaro: fa parte di quelle tonalità nuove che vengono create mischiando due o tre colori come, ad esempio, il platinum e il chiaro con radice più scura;
  • Biondo rosa e rose gold: è sicuramente il colore che ha preso maggior piede negli ultimi anni, specialmente dopo che diverse vip lo hanno sfoggiato, da Chiara Ferragni a Lady Gaga, da Kylie Jenner a Nicki Minaj, Si tratta di tonalità nude che tendono al rosato e che giocano su sfumature pink caramel, rose blonde, rose gold, blush rose o strawberry blonde;
  • Biondo ramato: sicuramente il più sensuale tra tutti i biondi, è quello che esprime maggiormente femminilità ed eleganza. Che sia chiaro o scuro, è sicuramente il colore dell’anno;
  • Bronde: è una nuova colorazione data dal brown mescolato al blonde. Si tratta di un balayage biondo che si applica su ciocche sottili per illuminare una chioma castana, creando riflessi metallici.

Questi sono soltanto alcuni spunti per rinnovare, valorizzare e far splendere il biondo dei propri capelli, ma ogni professionista è sempre pronto a sperimentare ed inventare effetti nuovi ed incredibili.

Come mantenere e nutrire i capelli biondi

Il biondo è un colore bellissimo ma non è semplice da gestire: sul bionda naturale occorre stare attenti a riprendere le varie sfumature, mentre sul castano è la radice ad essere tenuta in considerazione. In ogni caso, i capelli vengono sottoposti a stress particolari che li portano ad essere secchi, crespi e sfibrati senza le cure giuste quando si schiarisce o si abusa degli strumenti a caldo.

Il segreto, sta sicuramente nell’utilizzare prodotti specifici, su misura delle proprie esigenze. Per una bionda non può mancare nel beauty case:

  • un siero ristrutturante che mantenga sempre sano il capello
  • un prodotto antigiallo che contrasti i riflessi indesiderati
  • un trattamento illuminante che tonalizzi e ravvivi il colore
  • shampoo e conditioner possono essere con proprietà differenti a seconda del risultato che si desidera ottenere (es. volumizzante, lisciante, anticrespo)

Le linee professionali per capelli biondi non mancano per chi desidera applicare i migliori prodotti per prendersi cura della propria chioma in piena autonomia. Il marchio più gettonato del momento è OP|BLONDE, il brand del biondo perfetto, progettato per seguire la cliente in ogni momento, dalla decolorazione in salone allo shampoo a casa.

La gamma 100% made in Italy creata da OP|COSMETICS, azienda rinomata per avere portato il celebre Olaplex in Italia, è composta da cosmetici a base di collagene, acido ialuronico e altre sostanze benefiche che mantengono il colore più a lungo, contribuiscono a renderlo brillante e proteggono il capello nonostante le colorazioni e i trattamenti. La formula brevettata HSP3 Complex agisce all’interno e all’esterno, operando sui legami molecolari per garantire una ricostruzione reale e non solo un effetto cosmetico che va via con lo shampoo.

Inoltre, è bene ricordare che per mantenere i capelli sani bisogna tenerli lontani il più possibile da agenti aggressivi come il sole, il freddo e l’inquinamento. Applicare delle maschere nutrienti e rigeneranti almeno una volta a settimana si rivela un vero toccasana per capigliature bionde (e non), come l’utilizzo di shampoo e sieri pigmentati, che mantengono vivo il colore e preparano i capelli al phon e alla piastra.