I cani scavalcano il recinto e si perdono nel centro storico di Acquapendente: salvati da una famiglia di Roma

NewTuscia – ACQUAPENDENTR – Ferragosto aquesiano di solidarietà e cura verso animali. Protagonista del gesto da incorniciare una famiglia di Roma (mamma Cinzia, bimbi Carlo Alberto e Valerio) che assieme al padre di lei Ivano ed alla inquilina di condominio Alessandra dissetano e nutrono per due ore abbondanti due cani gioravaghi e senza meta per il centro storico. La disavventura dei due animali inizia poco dopo le ore 06.00 quando scavalcano il recinto della casa colonica di proprietà della Famiglia Provenzani e con passo spedito lungo l’oramai a loro conosciutissimo sterrato di campagna pervengo verso le ore 08.00 nel centro storico.

Seppur di indole buonissima, mostrano subito segnali di disorientamento all’interno delle viuzze di un centro storico aquesiano che non conoscono. La loro stazza media tiene comunque  in apprensione coloro che nelle prime ore della mattina si muovono in paese. La vicenda inizia a prendere per loro connotati positivi verso le ore 08.30 quanto entrano nel giardino privato di Via Roma 61 all’interno del quale la famiglia sovrammenzionata sta preparandosi per recarsi al logo di Bolsena. Dopo un primo approccio impaurito la famiglia comprende immediatamente la bontà dei cani tanto che la mamma Cinzia non ha alcuna difficoltà a rintracciare al loro collo la medaglietta di riconoscimento con il numero di cellulare del proprietario. Alle ore 08.45 la prima telefonata che finisce comunque a vuoto. Cinzia non si perde d’animo e chiama direttamente la Guardia Municipale che con un suo referente arriva poco prima delle ore 09.00 restando con autovettura all’interno del giardino per controllare le operazioni.

Grazie all’aiuto di Jacopo, nipote di Alessandra, la famiglia Provenzani viene contattata, ed alle ore 09.30 la padrona può finalmente riabbracciare gli animali. Un grande ringraziamento alla famiglia di Cinzia. Anche soprattutto da parte del fidanzato di Beatrice Provenzani, Gabriele Zangaglia, che per far dimenticare la disavventura porta immediatamente i due cani a fare una passeggiata di salute in zone di campagna a loro ben note.