La Notte Bianca dei “Borghi della lettura” in programma a Bomarzo

NewTuscia – BOMARZO – Per il terzo anno consecutivo nel delizioso borgo in provincia di Viterbo torna la ”Notte Bianca dei Borghi della lettura”, manifestazione che fa parte del progetto de “I borghi della lettura”, circuito nazionale di promozione culturale e turistica. Il tema di questa edizione è l’ambiente e in particolare la riscoperta di una fruttuosa e benefica relazione tra individuo e natura. L’evento avrà luogo venerdì 9 agosto a partire dalle 18.45 (raduno in località “Porto Rio”, sulla strada che porta al Parco dei Mostri) e avrà al suo cuore la performance di lettura musicale itinerante “Dal bosco al borgo”, liberamente tratta da “Walden ovvero Vita nei boschi” e “Camminare” di Henry David Thoreau, punto di riferimento della corrente “preservazionista”, che ha avviato i movimenti di creazione dei grandi parchi nazionali americani.

Una performance di sensibilizzazione alle tematiche ambientali attraverso la storia di un uomo che,

stanco di vivere in una società fondata più sull’avere che sull’essere, decide di lasciare tutto e di

andare a vivere nei boschi, per apprezzare la semplicità e l’umiltà della vita, svelata dall’intimo contatto con la natura.

La performance “Dal bosco al borgo” fa parte del progetto più ampio della trilogia “Uomini non

sudditi” tratto dagli scritti di Henry David Thoreau, a cui la regista Ilaria Passeri da anni si sta

dedicando. Essa vede inoltre la partecipazione di Marco Saverio Loperfido con Ammappalitalia, un progetto di mappatura tecnologico e descrittivo, ma anche uno strumento per vivere il territorio con tutti i cinque sensi e che in questa occasione, accompagnando gli artisti, si farà artistico esso stesso.

La breve passeggiata che faremo ha lo scopo di farci indagare lo spazio di confine tra il paese e le

campagne limitrofe, uno spazio che attraverseremo delicatamente e con profondo rispetto.

Bomarzo ha una storia antica e i passi non possono conoscerla nel senso classico, bensì solo

percepirla. Per questo il nostro andare sarà lento, aperto alle sensazioni più che alle parole. Voce

recitante dei brani di Henry David Thoreau sarà Paco Milea.

La musica e i canti saranno a cura di Sona, Astghik e Arpenik Hakobyan, attraverso il canto, il pianoforte, il flauto armeno, la chitarra e il violoncello.

Una volta arrivati al centro storico, un racconto animato ispirato alla fiaba “La città dei fiori” di Eveline Hasler costituirà l’epilogo della lettura itinerante: un percorso dentro il percorso a cura della pedagogista Marta Zanotto con l’illustatrice Linda Mauri. “Quando si bandiscono dalle strade i colori, i sogni e le farfalle tutto diventa grigio. Bisogna affidarsi ai bambini per ritrovare al di là del muro i fiori per far rinascere la città.”

La conclusione del racconto segnerà anche l’inizio della seconda parte della serata, che si svolgerà

interamente a Piazza Duomo e che è stata curata dalla Prof. ssa Guglielmina Di Girolamo.

Gli scrittori emergenti Flavia Ricci e Davide Montano leggeranno brani dai loro racconti di recente

pubblicazione, rispettivamente “Terra Viva” e “Pitaya”.  A seguire, dei giovani ragazzi di Bomarzo si avvicenderanno, accompagnati da intermezzi musicali, nella lettura di brevi brani scelti tratti da

  1. Luzi, L. Sepulveda, S. Mancuso. Brani inconsueti, non sempre immediati per la loro età, che

celebrano la natura e che accrescono, insieme, la consapevolezza.

Inoltre, nel corso della serata saranno proiettati alcuni video della serie “ProjectTuscia” di Sigfrido Hobel J.

Il Comitato festeggiamenti “S. Anselmo” allestirà un punto ristoro a Piazza Duomo.

L’evento è organizzato dall’Associazione Arte e Benessere per il Comune di Bomarzo.

(INFO: la durata della passeggiata è di 1h30m. Difficoltà: facile. Indossare scarpe da ginnastica e se si vuole portare dell’acqua. Info: ascult.bomarzo@gmail.com cell. 3385091278 Giuliana Ceso)